22-12-2019

Con la decisione della Corte di Cassazione Sez. III n. 36474/2019 si è stabilito che per essere condannato per evasione fiscale, l’amministratore di fatto (cd. ‘testa di legno’) di un'azienda, deve essere consapevole e concorrere (unitamente all’imprenditore occulto) di evadere il fisco. Qualora non si abbia questa consapevolezza, la testa di legno non risponde di evasione fiscale in quanto non è sufficiente la mera titolarità dell'azienda.

Argomenti: # # # # #

Prestanome o Imprenditore Occulto: Chi risponde penalmente per l’evasione fiscale ?

Sei un prestanome ? C’è stata evasione fiscale nell’azienda di cui sei formalmente il titolare ? Non sai cosa rischi ? L’esperto Avvocato Prestanome Evasione Fiscale del Team AvvocatoPenalistaH24.it è dalla tua parte e ti spiegherà in pochi minuti cosa puoi rischiare se sei un prestanome di un’azienda.

Il team AvvocatoPenalistaH24.it assicura e garantisce assistenza legale immediata H24. 

Inviaci un messaggio WhatsApp qui 

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato Prestanome Evasione Fiscale.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

ESSERE UN PRESTANOME, È UN REATO ?

No. 

Il prestanome è una figura prevista dal codice civile in alcune fattispecie come all’articolo 1414 (contratto di simulazione) e dall’articolo 2645 ter (Trust). 

Spesso, però, il prestanome è utilizzato per fini illeciti, come nel caso classico dell’evasione fiscale

PERCHÉ SI RICORRE AD UN PRESTANOME ?

Nella maggior parte dei casi, si ricorre al prestanome quando un soggetto non può assumere una determinata carica (es. dipendente pubblico) oppure per ragioni di opportunità (sovraindebitamento). 

Spesso il prestanome non sa nulla delle operazioni che effettua l’azienda di cui ne è amministratore di diritto, perché non ne esercita le funzioni.

In teoria l’amministratore di diritto ha dovere di vigilare l’operato dell’azienda e quindi dell’amministratore di fatto. 

COSA RISCHIA IL PRESTANOME ?

Le responsabilità del prestanome si dividono in responsabilità civili e responsabilità penali. 

Riguardo al diritto civile, per consolidata giurisprudenza, il prestanome dovrà rispondere dei debiti della società come anche previsto dall’art. 2392 codice civile.

In particolare il prestanome dovrà pagare i debiti della società di persone poiché i debiti dell’azienda si trasferiscono sui soci e sull’amministratore. 

Invece le società di capitali rispondono dei debiti solo sui capitali investiti, quindi il prestanome non dovrà risponderne. 

Inoltre è importante sapere che nel caso di una negligente amministrazione dell’azienda, ne risponderà anche il prestanome per non aver vigilato l’operato dell’amministratore di fatto. 

Riguardo al diritto penale, per consolidata giurisprudenza ,il prestanome è corresponsabile con l’amministratore di fatto per i reati da quest’ultimo commessi. 

Reati che si possono verificare quando l’amministratore di fatto pone a rischio la società tramite azioni criminose. 

Ma se il prestanome resta ignaro di tutte le operazioni fraudolente poste in essere dall’amministratore di fatto, sarà anche lui sanzionato ? 

Ed ecco che la Corte di Cassazione con una recente sentenza ci spiega quando il prestanome sarà penalmente responsabile per evasione fiscale.

LA SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE SEZ. III N. 36474 DEL 2019 AIUTA IL PRESTANOME ? 

Si, perché dà un carico di responsabilità minore al prestanome. 

Infatti la Corte di Cassazione ha dato una notevole interpretazione della responsabilità penale del prestanome, delineando la sua sfera di applicazione.

Nel caso specifico, l’imputato era prestanome di una società che non aveva dichiarato l’IVA negli anni 2010/2011, quindi vi era stata evasione fiscale oltre che l’occultamento e distruzione di documenti contabili relativamente ai predetti periodi.

L’imputato in primo grado e confermato anche in Appello, è stato condannato ad anni 1 e 6 mesi di reclusione secondo l’articolo 5, d. lgs. n. 74 del 2000.

La sentenza in commento ha chiarito che il prestanome dovrà rispondere dinanzi la legge solo quando ha agito con dolo specifico ed aveva anch’egli l’intenzione di evadere le tasse di comune accordo con l’imprenditore occulto.

Si legge nella sentenza:

<<ai fini della punibilità dell’autore del reato, nella specie l’amministratore di diritto/prestanome, non è sufficiente il dolo generico, e cioè la coscienza e la volontà del comportamento e la previsione dell’evento da parte dell’agente quale conseguenza della sua azione od omissione, ma si richiede invece il dolo specifico di evasione che, in quanto integrato dalla deliberata ed esclusiva intenzione di sottrarsi al pagamento delle imposte nella piena consapevolezza della illiceità del fine e del mezzo, esprime un disvalore ulteriore che, proprio perché tale, necessità di rigorosa prova, che non può essere affidata alla semplice, quanto irrilevante, affermazione fondata sul precetto della inescusabilità dell’ignoranza della legge penale contenuto nel citato art. 5 cod. pen.>>

Quindi la Corte di Cassazione annulla la sentenza impugnata limitatamente alla configurabilità del reato di cui all’art. 5, d. lgs. n. 74 del 2000 (evasione fiscale per omessa dichiarazione), e rinvia per nuovo giudizio sul punto ad altra Sezione della Corte d’appello di Brescia.

Prima della suddetta sentenza valeva la regola che, affinché il prestanome sia responsabile penalmente è sufficiente che sia genericamente consapevole che l’amministratore di fatto ponga condotte integranti un reato. 

Quindi per essere responsabile era necessaria il solo fatto di rivestire una carica formale all’interno dell’azienda o della società.

Oggi non è più così grazie alla sentenza di Cassazione Sez. III n. 36474 del 2019. 

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN ESPERTO AVVOCATO PRESTANOME EVASIONE FISCALE ?

Nel caso in cui tu sia un prestanome è importante conoscere tutti i tuoi diritti e le responsabilità penali e civili afferenti la tua posizione.

Il FISCO è una materia complessa ed in continuo aggiornamento, per questo è necessario essere assistiti da un esperto Avvocato Prestanome Evasione Fiscale.

E’ opportuno intervenire nell’immediatezza ed in maniera efficace: rivolgersi ad un esperto del settore non è mai un errore.

Il Team di AvvocatoPenalistaH24.it si occupa da anni di difendere i propri clienti per evasione fiscale e prestanome.

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Studio Legale Avvocato Penalista in: MILANO, TORINO, FIRENZE, ROMA, NAPOLI, SALERNO, TORRE DEL GRECO, PALERMO, CATANIA, PERUGIA, TORRE ANNUNZIATA, CASTELLAMMARE DI STABIA, CROTONE, CATANZARO, REGGIO CALABRIA, LAMEZIA TERME, BARI, FOGGIA, LECCE, MANTOVA, FORLÌ’, CAGLIARI, VERONA, MESSINA, PADOVA, TRIESTE, BRESCIA, PARMA, TARANTO, PRATO, MODENA, REGGIO EMILIA, LIVORNO, RAVENNA, FOGGIA, RIMINI, SASSARI, LATINA, MONZA, PESCARA, ANCONA, NOVARA, PESARO, ALESSANDRIA, COMO, GROSSETO, POZZUOLI, VARESE, FIUMICINO, ASTI, APRILI, CASERTA, CREMONA, CARPI, IMOLA, MASSA, VITERBO, CARRARA VIAREGGIO, TRAPANI, COSENZA, POTENZA, CROTONE, AFRAGOLA, OLBIA. 

Se vuoi ricevere assistenza o consulenza legale su questo argomento puoi rivolgerti ad AvvocatoPenalistaH24.it che vanta del suo team un esperto e specializzato Avvocato Prestanome Evasione Fiscale.

Contattaci qui.

Inviaci un messaggio WhatsApp qui 

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato Prestanome Evasione Fiscale.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Nome Completo*
Email*
Telefono
Messaggio