23-06-2019

Il latitante è colui che riesce a sfuggire ad una misura cautelare restrittiva della propria libertà oppure ad un ordine di carcerazione emesso a seguito di sentenza di condanna definitiva.

Argomenti: # #

Status di Latitante: Cosa si intende ?

Se un tuo parente si è sottratto ad una misura privativa della libertà personale ed è stato dichiarato latitante e vuoi comunque garantirgli un’adeguata  difesa nel corso del processo penale, puoi rivolgerti ad Avvocato Penalista H24, scrivendo a info@avvocatopenalistah24.it, che vanta nel suo organico un esperto avvocato per il latitante.

CHI È IL LATITANTE?

Ai sensi dell’art. 296 c.p.p. il latitante è quel soggetto che volontariamente si sottrae alla custodia cautelare, agli arresti domiciliari, al divieto di espatrio, all’obbligo di dimora o a un ordine con cui si dispone la carcerazione.

Il latitante è colui che, per provvedimento del giudice, dovrebbe essere privato della libertà personale ma che, in qualche maniera, riesca a sottrarvisi.

In pratica, è latitante chi riesce a sfuggire ad una misura cautelare restrittiva della propria libertà oppure ad un ordine di carcerazione emesso a seguito di sentenza di condanna definitiva.

La qualità di latitante è connessa alla consapevole sottrazione ad una delle misure appena menzionate.

Ai fini dell’accertamento della volontarietà della sottrazione ad un provvedimento restrittivo della libertà personale, che costituisce il presupposto psicologico della declaratoria di latitanza, non occorre dimostrare la conoscenza della avvenuta emissione di tale provvedimento, ma è sufficiente che l’interessato si ponga in condizioni di irreperibilità, sapendo che quel provvedimento può essere emesso.

QUALI SONO GLI EFFETTI DELLA LATITANZA?

La latitanza non preclude la naturale prosecuzione dell’attività di indagine, né dell’attività processuale, le quali tuttavia, al fine di non ledere il principio di difesa e di necessaria assistenza tecnica dell’imputato, abbisognano di alcuni adempimenti esecutivi.

Gli effetti della latitanza operano solamente nel procedimento penale in cui essa è dichiarata.

COME VIENE ACCERTATO LO STATUS DI LATITANTE?

La latitanza viene dichiarata dal giudice con decreto, una volta che la persona nei cui confronti il provvedimento sia stato disposto non venga rintracciata a seguito di ricerche degli agenti: lo status di latitante viene dichiarato sulla base del verbale di vane ricerche redatto dalla polizia giudiziaria a seguito della mancata esecuzione dell’ordinanza che dispone la misura cautelare o dell’ordine di carcerazione.

Con il provvedimento col quale il giudice dichiara lo stato di latitanza viene nominato anche un difensore d’ufficio, se non è stato designato quello di fiducia.

QUANDO VIENE REVOCATO LO STATUS DI LATITANTE?

La qualità di latitante viene meno quando:

  • il provvedimento che ha dato causa alla latitanza viene revocato;
  • il reato per cui il provvedimento è stato emesso si estingue: le cause di estinzione del reato sono situazioni che escludono la possibilità di applicare la pena;
  • la pena per cui il provvedimento è stato emesso si estingue: le cause di estinzione della pena sono situazioni che evitano che la sanzione prevista dal provvedimento del giudice venga concretamente applicata.

QUALE È LA DIFFERENZA TRA IL LATITANTE E L’EVASO?

Il latitante si sottrae fin dall’inizio alla cattura, mentre l’evaso è colui che viene catturato e, solo successivamente, riesce a fuggire o che non rispetta gli arresti domiciliari o, comunque, il luogo ove dovrebbe stare per ordine del giudice.

L’evaso che fugge o non rispetta gli arresti domiciliari commette il reato di evasione, punito a sua volta con la reclusione; mentre la latitanza non è un reato ma ha effetti solamente processuali, cioè nel corso del procedimento penale.

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN COMPETENTE AVVOCATO PER IL LATITANTE?

Poiché la latitanza è uno status che non impedisce la prosecuzione dell’attività investigativa e del procedimento penale, per tutelare il proprio diritto di difesa è comunque opportuno nominare un difensore di fiducia.Se un tuo parente si è sottratto ad una misura privativa della libertà personale ed è stato dichiarato latitante e vuoi comunque garantirgli un’adeguata  difesa nel corso del processo penale, puoi rivolgerti qui ad Avvocato Penalista H24, che vanta nel suo organico un esperto avvocato per il latitante.

Compila il form qui sotto se vuoi essere contattato.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Nome Completo*
Email*
Telefono
Messaggio