29-09-2019

La Corte di cassazione ha accolto un ricorso che abbiamo redatto nell'interesse di un nostro assistito ed ha stabilito un importante principio di diritto con riferimento alla tematica della circostanza aggravante dell'agevolazione mafiosa.

Argomenti: # #

Agevolazione Mafiosa: Cosa ha stabilito la Corte di Cassazione accogliendo un nostro ricorso.

Se tu o un tuo parente siete imputati di un reato aggravato dall’agevolazione mafiosa, puoi rivolgerti al team AvvocatoPenalistaH24.it, che vanta nel suo organico un esperto avvocato che saprà fornirvi un’adeguata assistenza legale per reati aggravati dalla circostanza aggravante dell’agevolazione mafiosa.

Se vuoi essere contattato compila la richiesta che trovi qui sotto.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Le aggravanti dell’agevolazione mafiosa e del metodo mafioso, previste dall’art. 7 d.l. n. 152 del 1991, sono adesso trasfuse nell’art. 416 bis.1 c.p.

L’art. 416 bis.1 c.p.  al comma 1 recita “ Per i delitti punibili con pena diversa dall’ergastolo commessi avvalendosi delle condizioni previste all’articolo 416 bis ovvero al fine di agevolare l’attività delle associazioni previste dallo stesso articolo, la  pena è aumentata da un terzo alla metà”.

L’art. 416 bis.1 c.p. prevede due circostanze aggravanti:

–> quella del metodo mafioso,  (aggravante oggettiva) relativa al reato commesso dal soggetto, appartenente o meno all’associazione di cui all’art. 416 bis c.p., che si avvale del metodo mafioso, ossia utilizza la forza di intimidazione del vincolo associativo da cui derivano le condizioni di assoggettamento e di omertà, ai fini della cui integrazione non è necessaria la prova dell’esistenza dell’associazione criminosa, essendo sufficiente l’aver ingenerato nella vittima la consapevolezza che l’agente appartenga a tale associazione;

–> quella dell’agevolazione mafiosa, (aggravante a carattere soggettivo), postulando che il reato sia commesso al fine specifico di agevolare l’attività di una associazione mafiosa, implica necessariamente l’esistenza reale, non semplicemente supposta di essa, e richiede, ai fini della sua integrazione, la prova della oggettiva finalizzazione dell’azione a favorire l’associazione e non un singolo partecipante.

QUANDO SI CONFIGURA  L’AGGRAVANTE DELL’AGEVOLAZIONE MAFIOSA?

La circostanza aggravante dell’agevolazione dell’attività di un’associazione di tipo mafioso, diversamente da quella del metodo mafioso,  ha natura soggettiva, essendo incentrata su una particolare motivazione a delinquere e sulla specifica direzione finalistica del dolo e della condotta a favorire il sodalizio. Ed invero, l’aggravante nella forma dell’agevolazione mafiosa, richiede che la condotta del soggetto risulti assistita, sulla base di idonei dati indiziari o sintomatici, da una cosciente ed univoca finalizzazione agevolatrice del sodalizio criminale.

In merito alla configurabilità dell’aggravante dell’agevolazione mafiosa, vi è stata una recentissima pronuncia della Corte di Cassazione – sentenza n. 26230/2019 –  che, accogliendo il ricorso promosso da uno dei professionisti del team AvvocatoPenalistaH24.it, ha enunciato un importante principio di diritto relativo alla configurabilità dell’aggravante dell’agevolazione mafiosa.

IL CASO SPECIFICO.

L’assistito dello studio AvvocatoPenalistaH24.it, in concorso con un altro soggetto, era stato condannato per il reato di favoreggiamento personale di un latitante con l’aggravante di cui al 416 bis.1 c.p. nella forma dell’agevolazione mafiosa dell’associazione camorristica di cui il latitante era parte.

Ebbene, l’Avvocato Bernardo Brancaccio del team AvvocatoPenalistaH24.it, esperto in materia di circostanza aggravante dell’agevolazione mafiosa, impugnava la sentenza di condanna pronunciata dalla corte di appello eccependo che l’aver prestato ausilio in favore del singolo latitante, anche se questi fosse collocato al vertice dell’associazione camorristica, non può tradursi ex se in un’agevolazione dell’intera associazione camorristica.

I giudici della legittimità accoglievano tale motivo di gravame rilevando l’insufficienza della motivazione della sentenza impugnata nella parte in cui riteneva configurabile l’aggravante dell’agevolazione mafiosa  per il sol fatto che la condotta agevolatrice era stata posta in essere a vantaggio di un capo-clan.

Infatti, l’aggravante dell’agevolazione mafiosa in quanto connotata dal profilo del dolo specifico, richiede che il soggetto abbia agito con lo scopo di agevolare l’attività dell’associazione o, comunque, abbia fatto propria tale finalità.

Pertanto, la Corte di Cassazione, in accoglimento del ricorso, annullava la sentenza e rinviava ad altra sezione della Corte di appello per procedere ad un nuovo giudizio rispetto alla configurabilità dell’aggravante dell’agevolazione mafiosa, nel rispetto del seguente principio di diritto:

–> “per la configurabilità della circostanza aggravante prevista dall’art. 7, d.l. n. 152 del 1991, conv. dalla legge n. 203 del 1991 (oggi dall’art. 416-bis.1, cod. pen.), nella forma della finalità di agevolazione dell’attività di un’associazione di tipo mafioso, tale scopo deve costituire l’obiettivo diretto della condotta, non rilevando possibili vantaggi indiretti, né il semplice scopo di favorire un  esponente di vertice della cosca, indipendentemente da ogni verifica in merito all’effettiva ed immediata coincidenza degli interessi di un esponente o del capomafia con quelli dell’organizzazione”.

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN ESPERTO AVVOCATO PER L‘AGEVOLAZIONE MAFIOSA?

Nelle ipotesi di processi penali aventi ad oggetto reati aggravati ai sensi dell’art. 416 bis. 1 c.p. è sempre consigliabile affidarsi ad un competente avvocato per la circostanza aggravante dell’agevolazione mafiosa nonché per il metodo mafioso, che conosca l’evoluzione giurisprudenziale in materia di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Se tu o un tuo parente siete imputati di un reato aggravato dalla circostanza aggravante dall’agevolazione mafiosa, puoi rivolgerti al team AvvocatoPenalistaH24.it, che vanta nel suo organico un esperto avvocato  per la circostanza aggravante dell’agevolazione mafiosa che saprà fornirvi un’adeguata assistenza legale.

Se vuoi essere contattato compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto e subito parlerei con un nostro avvocato.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

  • Unione Camere Penali
  • Ordine degli Avvocati di Milano
  • Consiglio Nazionale Forense
  • Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata
  • ROTARI International