18-04-2020

Perché si configuri il reato di minaccia occorre valutare il contesto contingente, le concrete circostanze del fatto e, quindi, la cornice di riferimento all’interno della quale la frase minacciosa è stata proferita. Proferire la frase 'Non Finisce qui', configura il reato di minaccia ?

Argomenti: # # #

‘NON FINISCE QUI’: SUSSISTE IL REATO DI MINACCIA ?

Lo studio legale Avvocato Penalista H24 di seguito cercherà di chiarire quando sussiste reato minaccia, ovvero in quali ipotesi l’espressione minacciosa assume rilevanza penale.

Vuoi conoscere quando sussiste il reato di minaccia? Ti interessa capire quando un’espressione può configurare il reato di minaccia? Ti è stata rivolta una minaccia e vuoi sapere cosa fare? Sei sottoposto ad un procedimento penale per il reato di minaccia? Se la risposta è sì, allora leggi questo articolo.

Avvocato Penalista H24 vanta esperienza nei procedimenti penali relativi al reato di minaccia. Puoi chiedere assistenza o consulenza legale ad Avvocato Penalista H24, che ti affiancherà un Avvocato del suo team che sappia riconoscere quando sussiste reato minaccia.

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per quando sussiste reato minaccia e per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni su 7.

Inviaci un messaggio WhatsApp 

Effettua una chiamata Skype

Manda un messaggio su FaceBook

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per quando sussiste reato minaccia.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

COSA PREVEDE IL CODICE PENALE PER IL REATO DI MINACCIA?

L’articolo 612 del codice penale, titolato “Minaccia” punisce con la multa fino a 1.032 euro 

“Chiunque minaccia ad altri un ingiusto danno è punito, a querela della persona offesa”

QUANDO SUSSISTE IL REATO DI MINACCIA?

Il reato di minaccia può essere commesso in qualunque modo (parole, scritti, disegni, gesti) idoneo a suscitare il turbamento della tranquillità della vittima.

La condotta incriminata nel reato di minaccia consiste, infatti nel minacciare ad altri un male ingiusto. La minaccia deve avere ad oggetto un danno ingiusto.

Il reato di minaccia è un reato di pericolo per la cui sussistenza non è, quindi, richiesto che la tranquillità della vittima sia realmente lesa, ma è sufficiente che il male prospettato possa incutere timore nella vittima. In tal caso occorre anche valutare l’idoneità della minaccia ad incutere timore nel soggetto a cui è rivolta, a tal fine occorre anche valutare anche il contesto in cui la minaccia viene proferita.

QUANTO INCIDE IL CONTESTO IN CUI LA MINACCIA VIENE PRONUNCIATA SULLA SUSSISTENZA DEL REATO DI MINACCIA?

Recentemente la Corte di Cassazione – V sezione penale – nella sentenza n. 9392 del 2020 ha affrontato la questione relativa all’idoneità dell’espressione “non finisce qui” ad ingenerare timore nella vittima.

La Corte ha ritenuto che: 

l’espressione “comunque non finisce qui” in sé non risulta avere una connotazione univocamente minacciosa, essendo pressochè neutra, ben potendo anche alludere ad un mero prosieguo delle attività di tutela dei propri diritti in sede giurisdizionale, tuttavia, nella fattispecie in esame, proprio per il contesto ed il momento nel quale è stata proferita (pronunciata dall’imputato dopo l’aggressione e le lesioni effettuate nei confronti della p.o. mentre stava allontanandosi), nonché per i toni e la cornice di riferimento, non può che intendersi come prospettazione di un’ulteriore attività aggressiva illegittima e, quindi, integrare il reato di minaccia 

(Cassazione penale, sezione V, sentenza n. 9392 del 2020)

In tale  pronuncia la Corte ha attribuito, quindi, rilevanza  al contesto in cui le frasi sono proferite, al fine di valutare la loro potenziale capacità ad incidere sulla libertà morale del soggetto passivo.

Secondo la giurisprudenza di legittimità 

“è il contesto contingente di violenza fisica e verbale a valorizzare univocamente in termini di minaccia l’espressione pronunciata dall’imputato nell’atto di allontanarsi dalla persona offesa. Peraltro ai fini dell’integrazione del delitto di cui all’art. 612 codice penale, che costituisce reato di pericolo, la minaccia va valutata con criterio medio ed in relazione alle concrete circostanze del fatto, sicchè non è necessario neppure che il soggetto passivo si sia sentito effettivamente intimidito, essendo sufficiente che la condotta dell’agente sia potenzialmente idonea ad incidere sulla libertà morale della vittima “

(Cassazione, V sezione penale, sentenza n. 9392/2020)

COSA SI INTENDE PER DANNO INGIUSTO?

Il danno ingiusto che determina la sussistenza del reato di minaccia è rappresentato dalla lesione o anche dalla messa in pericolo di un interesse giuridicamente rilevante per la vittima; l’ingiustizia viene, poi, riferita ai danni, oggettivamente illeciti .

QUANDO SI CONSUMA IL REATO DI MINACCIA?

Il reato di minaccia si consuma nel momento in cui la vittima percepisce la minaccia e quindi nel momento in cui la volontà della vittima viene coartata prospettandole un male ingiusto.

QUANDO LA MINACCIA È GRAVE?

A norma dell’articolo 612 del codice penale

“Se la minaccia è grave o è fatta in uno dei modi indicati nell’articolo 339, la pena è della reclusione fino a un anno”.

La gravità della minaccia – che incide anche sulla pena trasformandola dalla pena pecuniaria della multa in pena detentiva della reclusione fino ad un anno –   va valutata in considerazione del turbamento psichico provocato nel caso concreto e si configura quando il danno preannunciato è particolarmente grave.

La minaccia è grave anche quando avviene  nei modi di cui all’articolo 339 codice penale ovvero quando la minaccia è eseguita nel corso di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, con armi, da persona travisata, da più persone riunite, con scritto anonimo, in modo simbolico, avvalendosi della forza intimidatrice derivante da associazioni segrete, esistenti o supposte, da più di cinque persone riunite quando anche una soltanto di esse fa uso di armi.

È NECESSARIO SPORGERE QUERELA PER IL REATO DI MINACCIA?

Per la minaccia semplice, prevista e punita al primo comma dell’articolo 612 del codice penale, occorre sporgere querela per consentire la punibilità dell’autore della minaccia. Anche per la minaccia grave ma non commessa nelle modalità di cui all’articolo 339 del codice penale occorre sporgere querela.

Diversamente, la minaccia è perseguibile d’ufficio – ma è pur sempre necessario portare la vicenda delittuosa a conoscenza delle autorità inquirenti– quando la gravità della minaccia sia collegata all’uso dei modi indicati dall’articolo 339 del codice penale.

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN AVVOCATO COMPETENTE PER IL REATO DI MINACCIA?

Se sei stato vittima del reato di minaccia e vuoi denunciare l’autore della minaccia o vuoi costituirti parte civile per ottenere il risarcimento dei danni subiti; oppure, pende un procedimento penale in cui sei indagato/imputato del reato di minaccia e vuoi difenderti, puoi chiedere assistenza o consulenza legale allo studio legale  Avvocato Penalista H24 che già si è occupato di processi avente ad oggetto il reato di minaccia.

Avvocato Penalista H24 ti affiancherà un esperto avvocato per reato minaccia del suo team che ti spiegherà quando sussiste reato minaccia e  predisporrà la difesa che fa al tuo caso specifico.

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia complessa, delicata e richiede particolari e specifiche competenze professionali che non tutti gli avvocati posseggono.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad uno competente Avvocato per quando sussiste reato minaccia, specializzato in materia, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Leggi altri nostri articoli su questo tema:

--> Reato di Minaccia: ‘Ti faccio Vedere io’

Capirai che siamo degli esperti del settore !

Inoltre, contattando Avvocato per reato minaccia potrai:

1. ottenere un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere;

2. essere sempre informato della nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

3. il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Cosa aspetti allora, CHIAMA Avvocato per capire quando sussiste il reato di minaccia !!!

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per reato minaccia per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni 7.

Inviaci un messaggio WhatsApp 

Effettua una chiamata Skype

Manda un messaggio su FaceBook

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato e ti faremo capire quando sussiste reato minaccia.

COSA DICONO DI NOI I NOSTRI ASSISTITI ?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad Esperto Avvocato per capire quando sussiste reato minaccia.

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Seguici Sui Social Networks: 

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOUTUBE

LINKEDIN

TWITTER

QUALI SONO I CASI TRATTATI E RISOLTI DA AVVOCATO PENALISTA H24 ?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

DOVE HA LUOGO L’OPERATO DI AVVOCATO PENALISTA H24 ?

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Studio Legale Avvocato Penalista H24 in: Milano, Torino, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Torre Del Greco, Palermo, Catania, Perugia, Torre Annunziata, Castellammare Di Stabia, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Bari, Foggia, Lecce, Mantova, Forlì, Cagliari, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, Prato, Modena, Reggio Emilia, Livorno, Ravenna, Foggia, Rimini, Sassari, Latina, Monza, Pescara, Ancona, Novara, Pesaro, Alessandria, Como, Grosseto, Pozzuoli, Varese, Fiumicino, Asti, Aprilia, Caserta, Cremona, Carpi, Imola, Massa, Viterbo, Carrara Viareggio, Trapani, Cosenza, Potenza, Crotone, Afragola, Olbia. 

Il team di Avvocato Penalista H24 è internazionale ed opera nelle principali città Europee. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Francia (Parigi, Marsiglia, Cannes, Lione, Tolosa, Strasburgo)  Spagna (Madrid, Barcellona, Siviglia, Valencia, Bilbao, Ibiza, Formentera, Maiorca), Inghilterra (Londra, Liverpool, Manchester), Irlanda (Dublino), Germania (Berlino, Stoccarda, Monaco di Baviera), Svizzera (Lugano, Berna, Ginevra, Zurigo), Austria (Vienna), Portogallo (Lisbona, Porto), Albania (Tirana), Olanda (Amsterdam), Belgio (Bruxelles), Svezia (Stoccolma).

I nostri avvocati sono plurilingue e garantisco il loro servizio legale in Inglese, Francese, Spagnolo ed Italiano. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Albania, Andorra, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belgio, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Ex – Repubblica Jugoslava di Macedonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Turchia, Ucraina, Ungheria.

Garantiamo la Nostra Attività Legale anche al di fuori dell’Europa. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Stati Uniti USA (New York, Los Angeles, Miami) Abu Dhabi, Giappone (Tokyo), SudAfrica (Città del Capo), Brasile (Rio de Janeiro), Messico, Argentina, Bolivia, Perù, Singapore, Thailandia, Australia (Sydney), Dubai, India (Nuova Delhi), Cina (Tokyo, Shanghai).

Abbiamo contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati ! 

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Nome Completo*
Email*
Telefono
Messaggio
0 0 vote
Punteggio Articolo
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments