12-05-2019

Assistenza Legale per il reato di Appropriazione Indebita.

L’appropriazione indebita si verifica quando colui che inizialmente possiede il denaro o una cosa mobile altrui per conto di altri, comincia a detenerla per conto proprio, come se fosse la sua.

Argomenti: # #

Assistenza Legale per il reato di Appropriazione Indebita.

Se sei indagato o imputato per il reato di appropriazione indebita o, di converso, ne sei stato vittima, puoi richiedere assistenza o consulenza legale ad un esperto avvocato per appropriazione indebita rivolgendoti qui ad Avvocato Penalista H24, che vanta nel suo team esperto avvocato per appropriazione indebita.

COME VIENE PUNITA L’APPROPRIAZIONE INDEBITA?

L’art. 646 c.p. rubricato Appropriazione Indebita punisce con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a milletrentadue euro “chi, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria il denaro o la cosa mobile altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso.

Se il fatto è commesso su cose possedute a titolo di deposito necessario, la pena è aumentata”.

QUALE È LA CONDOTTA PENALMENTE SANZIONATA DALL’APPROPRIAZIONE INDEBITA?

La condotta punita dal reato di appropriazione indebita consiste, appunto, nell’appropriazione intesa quale interversione nel possesso.

In altri termini, compie un’appropriazione indebita colui che, possedendo inizialmente per conto di altri, comincia a possedere per conto proprio (animo domini).

L’appropriazione indebita ha due profili oggettivi:

  1. Uno “espropriativo” (negativo), che consiste nella definitiva esclusione del proprietario;
  2. L’altro “impropriativo” (positivo), consistente nella creazione di un rapporto di fatto con l’oggetto materiale dell’azione.

Il presupposto dell’appropriazione indebita è il possesso della cosa di cui ci si appropria: possessore è colui che esercita un autonomo potere di fatto sulla cosa, incluso chi ne abbia la sola detenzione; il possesso può essere fondato su qualunque titolo, purché derivativo (e quindi non ottenuto mediante apprensione diretta della cosa) e non penalmente illecito.

Altro presupposto è l’esistenza di una relazione funzionale tra la cosa e il soggetto che sarebbe tenuto a restituire la cosa posseduta, oltre all’altruità della cosa.

Il secondo comma dell’art. 646 c.p. prevede una circostanza aggravante qualora la cosa posseduta sia custodita a titolo di deposito necessario. L’aumento di pena si giustifica con il fatto che la persona offesa è stata costretta a ricorrere al depositario per via di situazioni contingenti, e quest’ultimo ne ha approfittato per appropriarsi indebitamente della cosa.

QUALI SONO I SOGGETTI ATTIVI E PASSIVI DELL’APPROPRIAZIONE INDEBITA?

Soggetto attivo del reato è chiunque si appropri della cosa mobile di cui abbia, a qualunque titolo, il possesso.

Il dolo richiesto è specifico e consiste nella coscienza e volontà dell’appropriazione, accompagnata anche dal fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto (inteso quale qualsiasi vantaggio o utilità, avente carattere non necessariamente materiale o economico, purché ingiusto).

Non vi è dolo, invece, se vi è la volontà di restituire la cosa.

Soggetto passivo del reato è il proprietario a cui spetta la facoltà di presentare querela.

Affinché gli organi competenti si attivino nelle indagini e per la punizione di colui che compie l’appropriazione indebita è sempre necessario proporre querela, per la cui redazione è opportuno farsi assistere da un esperto avvocato per l’appropriazione indebita.

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN AVVOCATO PER L’APPROPRIAZIONE INDEBITA?

Se sei vittima del reato di appropriazione indebita e vuoi che il responsabile venga punito, è necessario redigere una querela per attivare gli organi competenti al compimento delle indagini e per consentire la punizione del responsabile.

Al tal fine, è consigliabile rivolgersi ad un avvocato appropriazione indebita per la redazione della querela.

Se, invece, sei indagato o imputato per il reato di appropriazione indebita puoi ricevere tutela legale richiedendo l’intervento di un avvocato che abbia esperienza in materia di appropriazione indebita.

Se vuoi ricevere assistenza o consulenza legale per il reato di appropriazione indebita, rivolgiti ad Avvocato Penalista H24 compilando il form di contatto qui sotto.

Lo Studio Legale vanta nel suo organico un esperto avvocato per appropriazione indebita che saprà fornirti l’assistenza legale che fa al tuo caso.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA