03-08-2020

Quando la guida in stato di ebbrezza assume rilevanza penale è possibile, ai sensi del suddetto comma 9 bis dell’art. 186 del Codice della Strada, usufruire della pena dei lavori di pubblica utilità, in sostituzione di quella detentiva e pecuniaria. Ma come si può ottenere, e soprattutto, quando può venire revocato? Se vuoi ricevere informazioni su questo argomento, leggi l’articolo sui lavori socialmente utili e la guida in stato di ebbrezza oppure contatta immediatamente l’avvocato per guida sotto l’influenza dell’alcool.

Argomenti: # #

Guida in Stato di Ebbrezza e Lavori Socialmente Utili. Perché svolgerli?

In questo articolo ci soffermeremo sull’art. 186 comma 9 bis del codice della strada dunque dei lavori socialmente utili e guida in stato di ebbrezza.

Quando la guida in stato di ebbrezza assume rilevanza penale è possibile, ai sensi del suddetto comma 9 bis dell’art. 186 del Codice della Strada, usufruire della pena dei lavori di pubblica utilità, in sostituzione di quella detentiva e pecuniaria.

Ma come si può ottenere, e soprattutto, quando può venire revocato?

Se vuoi ricevere informazioni su questo argomento, leggi l’articolo sui lavori socialmente utili e la guida in stato di ebbrezza, oppure contatta immediatamente l’avvocato per guida sotto l’influenza dell’alcool.

Cosa prevede l’Articolo 186 comma 9Bis del Codice della Strada

L’articolo 186 codice della strada (guida sotto l’influenza dell’alcool) al comma 9 bis così recita:

Al di fuori dei casi previsti dal comma 2-bis del presente articolo, la pena detentiva e pecuniaria può essere sostituita, anche con il decreto penale di condanna, se non vi è opposizione da parte dell’imputato, con quella del lavoro di pubblica utilità di cui all’articolo 54 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274, secondo le modalità ivi previste e consistente nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere, in via prioritaria, nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale presso lo Stato, le regioni, le province, i comuni o presso enti o organizzazioni di assistenza sociale e di volontariato, o presso i centri specializzati di lotta alle dipendenze.

Con il decreto penale o con la sentenza il giudice incarica l’ufficio locale di esecuzione penale ovvero gli organi di cui all’articolo 59 del decreto legislativo n. 274 del 2000 di verificare l’effettivo svolgimento del lavoro di pubblica utilità. In deroga a quanto previsto dall’articolo 54 del decreto legislativo n. 274 del 2000, il lavoro di pubblica utilità ha una durata corrispondente a quella della sanzione detentiva irrogata e della conversione della pena pecuniaria ragguagliando 250 euro ad un giorno di lavoro di pubblica utilità.

In caso di svolgimento positivo del lavoro di pubblica utilità, il giudice fissa una nuova udienza e dichiara estinto il reato, dispone la riduzione alla metà della sanzione della sospensione della patente e revoca la confisca del veicolo sequestrato. La decisione è ricorribile in cassazione. Il ricorso non sospende l’esecuzione a meno che il giudice che ha emesso la decisione disponga diversamente.

In caso di violazione degli obblighi connessi allo svolgimento del lavoro di pubblica utilità, il giudice che procede o il giudice dell’esecuzione, a richiesta del pubblico ministero o di ufficio, con le formalità di cui all’articolo 666 del codice di procedura penale, tenuto conto dei motivi, della entità e delle circostanze della violazione, dispone la revoca della pena sostitutiva con ripristino di quella sostituita e della sanzione amministrativa della sospensione della patente e della confisca. Il lavoro di pubblica utilità può sostituire la pena per non più di una volta.

Art. 186 comma 9 bis del Codice della Strada

Perché una persona dovrebbe scegliere di svolgere i Lavori di Pubblica Utilità?

Una persona dovrebbe scegliere di svolgere i lavori di pubblica utilità per evitare la pena detentiva e pecuniaria ed ottenere dunque diversi benefici in tema di sospensione della patente di guida e sequestro/confisca dell’autovettura.

Chi decide sulla possibilità di svolgimento dei Lavori di Pubblica Utilità?

Il compito di decidere in merito, spetta ai Giudici nell’ambito del procedimento penale sorto a carico della persona per la guida in stato di ebbrezza. Lo stesso vale anche per l’individuazione delle modalità attuative della sanzione sostitutiva dei lavori di pubblica utilità.

Per il reato di guida in stato di ebbrezza o alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti la legge non prevede che l’imputato abbia la possibilità di scegliere l’istituto presso il quale svolgere i lavori di pubblica utilità o le modalità di esecuzione della misura; queste decisioni spettano infatti al giudice che intende disporre il beneficio.

L’imputato può soltanto sollecitare l’applicazione della misura sostitutiva, può non opporsi ad essa, ma non può indicare il programma a cui sottoporsi (Cassazione Sezione 1, numero 35855 del 18/06/2015 Rv. 264546; Cassazione Sezione 1, n. 53684 del 04/05/2016 Rv. 268551; Cassazione Sezione 4, n. 53327 del 15/11/2016 Rv. 268693).

Cosa succede se si commettono violazioni durante i Lavori di Pubblica Utilità?

Se il condannato commette delle violazioni durante lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità (ad esempio non li svolge) questi possono essere revocati e le sanzioni amministrative accessorie possono essere ripristinate (come la sospensione della patente ed il sequestro e la confisca dell’autovettura).

Se il conducente che guida in stato di ebbrezza provoca un incidente ouò usufruire della pena sostitutiva dei Lavori di Pubblica Utilità?

Laddove il conducente in stato di ebbrezza provochi un incidente, ricorre la circostanza aggravante prevista dall’articolo 186 comma 2 bis del codice della strada.

Per tale aggravante lo stesso art. 186 al comma 9 bis non consente l’applicazione della sanzione sostitutiva del lavoro di pubblica utilità (Corte di Cassazione sentenza numero 53548 del 2017).

Se viene irrogata la pena sostitutiva dei Lavori di Pubblica Utilità è possibile ottenere anche il beneficio della sospensione condizionale della pena?

La Corte di legittimità con varie pronunce (Cassazione Sezione 3, n. 20726 del 07/11/2012 – depositata il 14/05/2013; Cassazione sezione 4 n. 10939 del 20/02/2014 – depositata il 06/03/2014) ha precisato che la pena sostitutiva dei lavori di pubblica utilità è considerata come una misura alternativa al beneficio della sospensione condizionale della pena.

Ciò significa che la misura sostitutiva dei lavori di pubblica utilità – formulabile anche in grado di appello – implica la rinuncia al beneficio della sospensione condizionale della pena ed obbliga il Giudice al quale venga formulata la richiesta a valutarne l’accoglimento.

Cosa succede se le pubbliche istituzioni non mi fanno iniziare i Lavori di Pubblica Utilità?

La Suprema Corte ha ribadito con la recente sentenza numero 10562 del 2020 che spetta all’Ufficio di Procura competente avviare la fase di esecuzione della sanzione sostitutiva mediante comunicazione della sentenza di condanna all’Ente individuato nella stessa.

Quindi il condannato non può essere sanzionato con la revoca della misura sostitutiva per la mancata prestazione del lavoro di pubblica utilità, in quanto i ritardi imputabili alle pubbliche istituzioni, qualora effettivamente ricorrenti, non possono ricadere sul condannato.

Sul punto, in senso conforme, si cita Cassazione Sezione 1, n. 7172 del 13/01/2016, Cassazione Sezione 1, numero 53684 del 04/05/2016.

Perché rivolgersi ad un Esperto Avvocato per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool?

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia complessa, delicata e richiede particolari e specifiche competenze professionali.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad un competente Avvocato per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

In questi casi l’avvocato potrà consigliarti quando svolgere i lavori di pubblica utilità, come eseguirli e come fare la richiesta affinché il Giudice possa accoglierla.

Con i lavori di pubblica utilità, infatti, potrai godere di diversi benefici sia in tema di sospensione della patente di guida che con riferimento al sequestro ovvero la confisca dell’autovettura.

Se hai dubbi, perplessità o vuoi chiedere delle informazioni, non esitare a contattarci.

Un avvocato per guida in stato di ebbrezza sarà subito pronto ad assisterti.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Nome Completo*
Email*
Telefono
Messaggio