25-04-2020

L’omessa o insufficiente motivazione nella sentenza pronunciata dal giudice in ordine alle questioni sollevate dalla parte nel processo celebrato in Italia determina la violazione del principio all’equo e giusto processo previsto dall’articolo 6 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU).

Argomenti: # # # # # #

OMESSA MOTIVAZIONE DELLA SENTENZA: ITALIA CONDANNATA DALLA CORTE EDU

Avvocato Penalista H24 in questo articolo analizzerà la sentenza Felloni contro Italia pronunciata dalla Corte di Strasburgo da cui si evince che l’omessa motivazione sentenza condanna dà luogo ad un ingiusto processo e, quindi, viola l’articolo 6 della CEDU.

Vuoi conoscere come la Convenzione Europea dei diritti dell’Uomo tutela il diritto al giusto processo? Vuoi sapere quale diritto viene violato nel caso di omessa motivazione? Vuoi proporre un ricorso dinanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo? Se la risposta è positiva, allora ti invito a leggere questo articolo.

Lo studio legale Avvocato Penalista H24 sostiene la difesa dei diritti umani attraverso la proposizione dei ricorsi dinanzi alla Corte dei Diritti dell’Uomo per tutelare i diritti e le libertà fondamentali dell’uomo, tra cui il diritto ad un giusto processo.

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni su 7.

Inviaci un messaggio WhatsApp 

Effettua una chiamata Skype

Manda un messaggio su FaceBook

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna

Chatta subito con noi
WhatsApp | Facebook Messenger | Skype
oppure compila il form qui di seguito:

  • Seguici su:

Guarda il Video su Come fare ricorso alla Corte EDU.

QUALI GARANZIE PREVEDE E TUTELA L’ARTICOLO 6 DELLA CONVENZIONE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO?

L’articolo 6 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali prevede forme di garanzia per chi affronta un processo, garanzie  sintetizzabili nell’equo processo, nella ragionevole durata del processo, nella  presunzione di innocenza e nel principio del contraddittorio.

L’OMESSA O INSUFFICIENTE MOTIVAZIONE IN ORDINE ALLE DOGLIANZE DEL RICORRENTE VIOLA IL PRINCIPIO DELL’EQUO E GIUSTO PROCESSO?

La risposta a tale domanda si rinviene nella recentissima pronuncia della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo nella causa Felloni contro Italia.

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (nota anche quale Corte di Strasburgo) nella sentenza del giorno 6.02.2020, Causa Felloni contro Italia, ha ritenuto sussistente una violazione del principio del giusto processo per omessa motivazione: infatti, quando il giudicante non fornisce alcuna risposta al motivo di ricorso del ricorrente,  non garantendo né un esame effettivo delle principali argomentazioni del ricorrente né una risposta che permetta di comprendere le ragioni per cui sono state respinte, si ha una violazione dell’equo e giusto processo di cui all’articolo 6 della Convenzione Europea dei Diritti Umani.

PERCHÉ È IMPORTANTE LA MOTIVAZIONE RISPETTO AD OGNI DOGLIANZA DEL RICORRENTE?

Secondo la Corte 

«Ogni persona ha diritto a che la sua causa sia esaminata equamente, pubblicamente ed entro un termine ragionevole, da un tribunale indipendente e imparziale, costituito per legge, il quale sia chiamato a pronunciarsi (…) sulla fondatezza di ogni accusa penale formulata nei suoi confronti (…)»

Articolo 6 CEDU

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo nella sentenza Felloni contro Italia ricorda che 

“sebbene i giudici non possono essere tenuti a motivare il rigetto di ogni argomentazione addotta da una parte, essi non sono tuttavia dispensati dal dover esaminare debitamente i principali motivi di ricorso che quest’ultima deduce e dal rispondervi. Se, per di più, questi motivi attengono «ai diritti e alle libertà» garantiti dalla Convenzione o dai suoi Protocolli – come il principio di non retroattività delle leggi penali più severe – i giudici nazionali sono tenuti ad esaminarli con particolare cura e rigore”.

Sentenza Felloni c. Italia

Secondo la Corte la motivazione è finalizzata soprattutto a dimostrare alle parti che sono state ascoltate e a contribuire ad una migliore accettazione della decisione. Pertanto, l’omessa motivazione sulle questioni essenziali che sono state sottoposte al giudice potrebbe dare luogo ad un ingiusto processo, perché dietro la mancata motivazione sulle questioni prospettate potrebbe celarsi il mancato esame delle stesse.

Nella causa Felloni contro Italia, la Corte di Strasburgo ha affermato che nel caso specifico la Corte di Cassazione non avesse in concreto analizzato le doglianze del ricorrente determinando una violazione dell’art.6 della CEDU.

La Corte nella sentenza Felloni contro Italia ha concluso nei seguenti termini 

“il ricorrente non abbia beneficiato di un procedimento che gli garantisse un esame effettivo delle sue argomentazioni o una risposta che gli permettesse di comprendere le ragioni del loro rigetto. Ne consegue che la Corte di cassazione è venuta meno al suo obbligo di motivare le sue decisioni relative dell’articolo 6 § 1 della Convenzione. Di conseguenza, vi è stata violazione di questa disposizione.”

Sentenza Felloni c. Italia

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN COMPETENTE AVVOCATO PER OMESSA MOTIVAZIONE INGIUSTO PROCESSO?

Le pronunce dei Giudici nazionali, in alcuni casi, non rispettano i principi del giusto ed equo processo imposti dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, determinando in tal modo una grave lesione dei diritti sanciti, garantiti e tutelati dalla Convenzione. 

Qualora ci si trovi di fronte alla violazione dei Diritti convenzionali è possibile rivolgersi – dopo aver esperito tutti i rimedi nazionali – alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che con le sue pronunce garantisce l’uniforme e corretta interpretazione  dei menzionati diritti.

Qualora hai ricevuto dai Giudici nazionali una pronuncia che in realtà non risponde a tutte le doglianze da te poste nei motivi di ricorso e/o impugnazione, ci si potrebbe trovare di fronte ad un processo ingiusto dovuto alla omessa motivazione.

Se hai subito una violazione dei diritti e delle libertà sancite dalla Convenzione europea, in particolare del principio all’equo processo, e vuoi ricevere il risarcimento per i danni subiti, puoi rivolgerti  allo studio legale Avvocato Penalista H24 esperto nella redazione dei ricorsi dinanzi alla  Corte EDU e che ti affiancherà un competente avvocato per omessa motivazione ingiusto  processo.

Leggi altri nostri articoli su questo tema:

1. Ricorso alla Corte Europea: Cosa fare;

2. Quando sussiste violazione dell’art. 3 CEDU;

3. Quando sussiste violazione dell’art. 7 CEDU;

4. Quando sussiste violazione dell’art. 10 CEDU;

5. Art. 3 CEDU Divieto di Tortura.

Capirai che siamo degli esperti del settore !

Inoltre, contattando Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna potrai:

1. ottenere un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere;

2. essere sempre informato della nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

3. il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Cosa aspetti allora, CHIAMA Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna !!!

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni 7.

Inviaci un messaggio WhatsApp 

Effettua una chiamata Skype

Manda un messaggio su FaceBook

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna.

Chatta subito con noi
WhatsApp | Facebook Messenger | Skype
oppure compila il form qui di seguito:

  • Seguici su:

COSA DICONO DI NOI I NOSTRI ASSISTITI ?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad Esperto Avvocato per dedurre omessa motivazione sentenza condanna.

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Seguici Sui Social Networks: 

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOUTUBE

LINKEDIN

TWITTER

QUALI SONO I CASI TRATTATI E RISOLTI DA AVVOCATO PENALISTA H24 ?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

DOVE HA LUOGO L’OPERATO DI AVVOCATO PENALISTA H24 ?

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Studio Legale Avvocato Penalista H24 in: Milano, Torino, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Torre Del Greco, Palermo, Catania, Perugia, Torre Annunziata, Castellammare Di Stabia, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Bari, Foggia, Lecce, Mantova, Forlì, Cagliari, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, Prato, Modena, Reggio Emilia, Livorno, Ravenna, Foggia, Rimini, Sassari, Latina, Monza, Pescara, Ancona, Novara, Pesaro, Alessandria, Como, Grosseto, Pozzuoli, Varese, Fiumicino, Asti, Aprilia, Caserta, Cremona, Carpi, Imola, Massa, Viterbo, Carrara Viareggio, Trapani, Cosenza, Potenza, Crotone, Afragola, Olbia. 

Il team di Avvocato Penalista H24 è internazionale ed opera nelle principali città Europee. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Francia (Parigi, Marsiglia, Cannes, Lione, Tolosa, Strasburgo)  Spagna (Madrid, Barcellona, Siviglia, Valencia, Bilbao, Ibiza, Formentera, Maiorca), Inghilterra (Londra, Liverpool, Manchester), Irlanda (Dublino), Germania (Berlino, Stoccarda, Monaco di Baviera), Svizzera (Lugano, Berna, Ginevra, Zurigo), Austria (Vienna), Portogallo (Lisbona, Porto), Albania (Tirana), Olanda (Amsterdam), Belgio (Bruxelles), Svezia (Stoccolma).

I nostri avvocati sono plurilingue e garantisco il loro servizio legale in Inglese, Francese, Spagnolo ed Italiano. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Albania, Andorra, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belgio, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Ex – Repubblica Jugoslava di Macedonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Turchia, Ucraina, Ungheria.

Garantiamo la Nostra Attività Legale anche al di fuori dell’Europa. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Stati Uniti USA (New York, Los Angeles, Miami) Abu Dhabi, Giappone (Tokyo), SudAfrica (Città del Capo), Brasile (Rio de Janeiro), Messico, Argentina, Bolivia, Perù, Singapore, Thailandia, Australia (Sydney), Dubai, India (Nuova Delhi), Cina (Tokyo, Shanghai).

Abbiamo contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati ! 

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Nome Completo*
Email*
Telefono
Messaggio