15-12-2019

Il codice rosso (l.n. 69 del 2019) è in vigore dal 9 Agosto 2019. Garantisce maggiore tutela nei confronti delle vittime di violenza di genere o violenza domestica nonché celerità nell’accertamento di determinati reati. Prevede specifiche modifiche al codice penale, al codice di procedura penale, aggiunge nuovi reati ed innalza la pena di altri già previsti. Quali sono le novità Introdotte ?

Violenza Di Genere e Violenza Domestica. Cosa prevede il CODICE ROSSO ?

Hai subito una violenza sessuale ? Stalking ? Sei vittima di Violenza domestica o di genere ? Hai bisogno allora di un competente avvocato per codice rosso in quanto conosce la normativa introdotta con la legge n. 69 del 2019.

Leggendo quest’articolo, sarai in grado di conoscere tutte le novità introdotte dal codice rosso in materia di violenza di genere, violenza domestica e violenza su minori. Il team di AvvocatoPenalistaH24.it in pochi passaggi ti spiegherà le maggiori novità introdotte dal cd. ‘codice rosso’ con la legge del 19 luglio 2019, n.69.

Il team AvvocatoPenalistaH24.it assicura e garantisce assistenza legale immediata H24. 

Inviaci un messaggio WhatsApp qui

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per Codice Rosso. 

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Vediamo subito le maggiori novità introdotte dal Codice Rosso.

QUALI SONO LE NOVITÀ PREVISTE DAL CODICE ROSSO ?

Le modifiche apportate dal codice rosso riguardano sia la procedura penale che il codice penale. 

Il Codice Rosso apporta novità riguardo le misure cautelari e di prevenzione, creando nuovi reati e, quindi, prevede delle nuove sanzioni. 

In primis è stato velocizzato l’avvio del procedimento penale per i reati di:

–> maltrattamenti in famiglia;

–> stalking;

–> violenza sessuale.

Infatti, la polizia giudiziaria una volta acquisita la notizia di reato, la riferisce immediatamente al Pubblico Ministero.

Il pubblico ministero, nelle ipotesi di delitti di violenza domestica o violenza di genere, entro tre giorni dall’iscrizione della notizia di reato, deve assumere informazioni dalla persona offesa o da chi ha denunciato i fatti di reato. 

Grazie a questa celerità delle indagini si è creata una “corsia preferenziale” per combattere i reati sopra indicati. 

Vediamo le novità in ambito delle misure di prevenzione.

QUALI SONO LE NOVITÀ RIGUARDO LE MISURE  CAUTELARI E DI PREVENZIONE ? 

La misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa prevista per il reato di violenza sessuale è stata modificata con l’inserimento di procedure di controllo attraverso mezzi elettronici come l’ormai famoso braccialetto elettronico. 

Con il Codice Rosso le suddette misure cautelari e di prevenzione sono applicabili anche per il reato di maltrattamenti familiari e di conviventi. 

QUALI SONO I NUOVI REATI INTRODOTTI DALLA LEGGE 19 LUGLIO 2019 N. 69 CHIAMATA CODICE ROSSO ?

Nel codice penale la legge in questione inserisce 4 nuovi reati:

1. il delitto di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti senza il consenso delle persone rappresentate (cd. revenge porn

E’ punito con la reclusione da 1 a 6 anni e la multa da 5mila a 15mila euro

La pena si applica anche a chi, avendo ricevuto o comunque acquisito le immagini o i video, li diffonde anche mediante l’impiego di strumenti informatici per provocare un danno agli interessati.

La fattispecie è aggravata se i fatti sono commessi nell’ambito di una relazione affettiva, anche cessata; 

2. il reato di deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso (sfregi).

E’ sanzionato con la reclusione da 8 a 14 anni.

Quando, per effetto del delitto in questione, si provoca la morte della vittima, la pena è l’ergastolo;

3. il reato di costrizione o induzione al matrimonio.

E’ punito con la reclusione da 1 a 5 anni.

La fattispecie è aggravata quando il reato è commesso a danno di minori e si procede anche quando il fatto è commesso all’estero da o in danno di un cittadino italiano o di uno straniero residente in Italia;

4. violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

E’ sanzionato con la detenzione da 6 mesi a 3 anni. 

Ma oltre questi nuovi reati vi è stato un inasprimento delle sanzioni per reati già previsti dal codice penale. 

Vediamo quali sono.

QUALI SONO LE NOVITÀ RIGUARDO LE SANZIONI APPORTATE DAL CODICE ROSSO ?

Le sanzioni già previste dal codice penale si aggravano vediamo insieme come:

– il delitto di maltrattamenti contro familiari e conviventi

era punito con una sanzione di detenzione in carcere da 2 anni a 6 anni, passa a un minimo di 3 e un massimo di 7; 

lo stalking 

era punito con una sanzione di detenzione in carcere di un minimo di 6 mesi e un massimo di 5 anni ora da un minimo di un anno e un massimo di 6 anni e sei mesi; 

la violenza sessuale 

era punito con una sanzione di detenzione in carcere da 5 a 10 anni, mentre ora prevede un minimo di 6 e un massimo di 12;

la violenza sessuale di gruppo 

era punito con una sanzione di detenzione in carcere da un minimo di 6 a un massimo di 12 anni, ora invece è di minimo 8 e un massimo di 14 anni di detenzione.

Inoltre, è stata inserita un’ulteriore circostanza aggravante per il delitto di atti sessuali con minorenne: la pena è aumentata fino a un terzo quando gli atti sono posti in essere con individui minori di 14 anni, in cambio di denaro o di qualsiasi altra utilità, pure solo promessa. 

Nell’omicidio viene estesa l’applicazione delle circostanze aggravanti, facendovi rientrare finanche le relazioni personali.

Ma fino a quando si possono denunciare questi reati ? e qualcosa è cambiato a riguardo ? 

QUANTO TEMPO HO PER SPORGERE DENUNCIA – QUERELA RIGUARDO I REATI SOPRAESPOSTI ?

La persona offesa dal reato di violenza sessuale prima dell’introduzione della  legge 19 luglio 2019 n. 69 aveva a disposizione 6 mesi per sporgere denuncia – querela. 

Con l’introduzione del Codice Rosso , invece, è stata aumentata di altri 6 mesi e quindi in totale la vittima di violenza sessuale avrà ben 12 mesi a disposizione per sporgere denuncia – querela. 

Scarica qui il pdf della Suprema Corte di Cassazione – Ufficio del Massimario sulla legge 69 del 2019.

PERCHÉ RIVOLGERSI AD UN ESPERTO AVVOCATO PER CODICE ROSSO ?

Nel caso di violenza sessuale, stalking, violenza su minori, revenge porn, violenza domestica e violenza di genere è consigliabile essere difesi da un esperto Avvocato per Codice Rosso, perché è una materia complessa ed in continuo aggiornamento.

E’ opportuno intervenire nell’immediatezza ed in maniera efficace: rivolgersi ad un esperto del settore non è mai un errore.

Il Team di AvvocatoPenalistaH24.it si occupa da anni di difendere i propri clienti per coinvolti in reati di genere, su minori, da codice rosso. 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Studio Legale Avvocato Penalista in: MILANO, TORINO, FIRENZE, ROMA, NAPOLI, SALERNO, TORRE DEL GRECO, PALERMO, CATANIA, PERUGIA, TORRE ANNUNZIATA, CASTELLAMMARE DI STABIA, CROTONE, CATANZARO, REGGIO CALABRIA, LAMEZIA TERME, BARI, FOGGIA, LECCE, MANTOVA, FORLÌ’, CAGLIARI, VERONA, MESSINA, PADOVA, TRIESTE, BRESCIA, PARMA, TARANTO, PRATO, MODENA, REGGIO EMILIA, LIVORNO, RAVENNA, FOGGIA, RIMINI, SASSARI, LATINA, MONZA, PESCARA, ANCONA, NOVARA, PESARO, ALESSANDRIA, COMO, GROSSETO, POZZUOLI, VARESE, FIUMICINO, ASTI, APRILI, CASERTA, CREMONA, CARPI, IMOLA, MASSA, VITERBO, CARRARA VIAREGGIO, TRAPANI, COSENZA, POTENZA, CROTONE, AFRAGOLA, OLBIA. 

Se vuoi ricevere assistenza o consulenza legale su questo argomento puoi rivolgerti ad AvvocatoPenalistaH24.it che vanta del suo team un esperto e specializzato Avvocato per Codice Rosso.

Contattaci qui


Inviaci un messaggio WhatsApp qui

oppure qui.

Hai Domande? RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA