28-03-2020

Frode informatica. cosa devi sapere?

Il reato di frode informatica è un’ipotesi specifica del reato di truffa da cui differisce perché la frode non investe direttamente la persona (soggetto passivo), ma il sistema informatico della persona fisica mediante la manipolazione del sistema stesso. Di seguito analizziamo le condotte che configurano il reato di frode informatica.

Argomenti: # # #

Frode informatica. cosa devi sapere?

Avvocato per Frode Informatica dello studio legale Avvocato Penalista H24 esaminerà in questo articolo le ipotesi giuridicamente rilevanti di manipolazione del sistema informatico e quindi i casi in cui sussiste la frode informatica.

Stai cercando un avvocato per frode informatica ? Sei stato vittima di una frode informatica? Oppure semplicemente vuoi delle informazioni sul reato di frode informatica? Se la tua risposta è sì, allora leggi questo articolo !

Avvocato Penalista H24 vanta esperienza nei procedimenti penali relativi al reato di frode informatica per cui se devi difenderti da un’accusa di frode informatica puoi chiedere assistenza o consulenza legale ad Avvocato Penalista H24, che ti affiancherà un Avvocato per Frode Informatica con esperienza per tale reato.

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per frode informatica per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni su 7.

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per frode informatica.

Cosa prevede il codice penale all’articolo 640TER?

L’art. 640ter codice penale, rubricato “Frode Informatica”, punisce con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da cinquantuno euro a milletrentadue euro, chi, alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno.

In cosa consiste il reato di frode informatica?

La frode informatica si sostanzia:

  • nell’intervenire sui dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico: intervenire vuol dire introdursi nel sistema ed incidere sui dati in esso contenuti (ci si introduce nei sistemi informatici anche attraverso dei virus che captano informazioni di una persona);
  • nell’alterare in qualsiasi modo un sistema informatico o telematico: alterare significa modificare la consistenza materiale del sistema (ad esempio, mediante l’uso di schede informatiche si altera il processo informatico di una macchina digitale).

La frode informatica può assumere, quindi, diverse forme: sussiste il reato di frode informatica quando attraverso l’utilizzazione di carte falsificate e la previa artificiosa captazione dei codici di accesso segreti, ci si introduce abusivamente nei sistemi bancari, alterando i relativi dati contabili, mediante operazioni bancarie di trasferimento fondi o prelievi di cassa continui.

Oggi giorno una tecnica utilizzata dagli autori dei reati di frode informatica è quella di inviare delle email istituzionali (provenienti ad esempio da una Banca o dalle Poste) che ingenerano fiducia nel soggetto passivo il quale è indotto ad inserire i propri dati richiesti dall’ente falsamente rappresentato.

La frode informatica può essere commessa anche col furto dell’identità digitale (punito dall’articolo 494 codice penale – > leggi furto identità digitale come tutelarsi) o col suo indebito utilizzo. In tal caso la vittima della frode informatica confida nella veridicità dell’identità che gli si è palesata. La frode informatica commessa mediante furto dell’identità digitale rappresenta un’ipotesi aggravata sanzionata con la pena della reclusione da due a sei anni e della multa da 600 a 3.000 euro.

Quando e dove si consuma la frode informatica?

La frode informatica ha la stessa struttura e gli stessi elementi costitutivi della truffa da cui differisce perché l’attività fraudolenta dell’agente investe non la persona poiché non vi è raggiro o induzione in errore di un persona fisica, bensì l’attività di frode investe il sistema informatico attraverso la manipolazione del sistema stesso.

Quindi nella frode informatica non troviamo l’induzione in errore di una persona ma l’introduzione  e l’alterazione di un sistema informatico. Ma in ogni caso la frode informatica si consuma non all’atto di introduzione nel sistema ma quando l’agente ha conseguito il profitto causando un danno patrimoniale alla vittima.

Ai fini della determinazione della competenza territoriale, nel reato di frode informatica il momento  consumativo va individuato nel luogo di esecuzione della attività manipolatoria del sistema di elaborazione dei dati, che può coincidere con il conseguimento del profitto anche non economico. Quindi la competenza va radicata nel luogo in cui è avvenuta l’attività di manipolazione e laddove non si lo si conosca, ci si rivolge a quello ove il profitto è stato conseguito.

È necessario sporgere querela per reato di frode informatica?

Per la frode informatica semplice occorre sporgere querela per consentire la punibilità dell’autore della frode.

La frode informatica, invece, è perseguibile d’ufficio – ma occorre pur sempre portare la vicenda delittuosa a conoscenza delle autorità competenti – quando vi sia una delle circostanze aggravanti previste dal secondo comma (l’aver commesso la frode informatica ai danni dello Stato, l’aver abusato della qualità di operatore del sistema) o dal terzo comma  (l’aver rubato l’identità digitale) o le circostanze aggravanti previste dall’articolo 61, primo comma, n. 5 (l’aver approfittato di circostanze di persone anche con riferimento all’età) e n. 7 (ossia l’aver cagionato un danno di rilevante gravità).

Perché rivolgersi ad un avvocato competente per il reato di frode informatica?

Allo stato attuale con l’utilizzo di massa dei social networks e delle operazioni commerciali online, il fenomeno della frode informatica si sta espandendo, divenendo una delle principali modalità di commissione dei reati. 

Nell’era digitale poichè tutti utilizziamo strumenti informatici anche per i più semplici acquisti, è facile incappare in una frode informatica (nelle ipotesi più gravi le vittime vedono svuotarsi i propri conti correnti in poche ore), per denunciare correttamente l’accaduto e per poter essere risarciti bisogna affidarsi a professionisti che hanno esperienza per il reato di Frode Informatica.

Sia che si è vittima, per cui si ha l’esigenza di denunciare la frode o di costituirsi parte civile ed ottenere il risarcimento dei danni patiti, sia che si è indagati/imputati del reato di frode informatica, dalla cui accusa è necessario difendersi, l’assistenza legale di un Avvocato per Frode Informatica è in ogni caso opportuna.

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia complessa, delicata e richiede particolari e specifiche competenze professionali che non tutti gli avvocati posseggono.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad uno competente Avvocato per frode informatica specializzato in materia, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Inoltre, contattando Avvocato per frode informatica potrai:

  1. ottenere un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.;
  2. essere sempre informato della nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge.
  3. Il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Cosa aspetti allora, CHIAMA Avvocato per frode informatica !!!

Se vuoi essere immediatamente contattato da Avvocato per frode informatica per ricevere degli approfondimenti sul tema, allora scrivici o chiamaci, rispondiamo H24 7 giorni 7.

Linea h24 per le urgenze cell. 338 85 15 424 

oppure compila la richiesta di contatto che trovi qui sotto per ricevere assistenza o consulenza legale, sarai subito contattato da un nostro Avvocato per frode informatica.

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad Esperto Avvocato per frode informatica.

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Quali sono i casi trattati e risolti da avvocato penalista h24?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

Dove ha luogo l’operato di avvocato penalista h24?

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Studio Legale Avvocato Penalista H24 in: Milano, Torino, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Torre Del Greco, Palermo, Catania, Perugia, Torre Annunziata, Castellammare Di Stabia, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Bari, Foggia, Lecce, Mantova, Forlì, Cagliari, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, Prato, Modena, Reggio Emilia, Livorno, Ravenna, Foggia, Rimini, Sassari, Latina, Monza, Pescara, Ancona, Novara, Pesaro, Alessandria, Como, Grosseto, Pozzuoli, Varese, Fiumicino, Asti, Aprilia, Caserta, Cremona, Carpi, Imola, Massa, Viterbo, Carrara Viareggio, Trapani, Cosenza, Potenza, Crotone, Afragola, Olbia. 

Il team di Avvocato Penalista H24 è internazionale ed opera nelle principali città Europee. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Francia (Parigi, Marsiglia, Cannes, Lione, Tolosa, Strasburgo)  Spagna (Madrid, Barcellona, Siviglia, Valencia, Bilbao, Ibiza, Formentera, Maiorca), Inghilterra (Londra, Liverpool, Manchester), Irlanda (Dublino), Germania (Berlino, Stoccarda, Monaco di Baviera), Svizzera (Lugano, Berna, Ginevra, Zurigo), Austria (Vienna), Portogallo (Lisbona, Porto), Albania (Tirana), Olanda (Amsterdam), Belgio (Bruxelles), Svezia (Stoccolma).

I nostri avvocati sono plurilingue e garantisco il loro servizio legale in Inglese, Francese, Spagnolo ed Italiano. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Albania, Andorra, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belgio, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Ex – Repubblica Jugoslava di Macedonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Turchia, Ucraina, Ungheria.

Garantiamo la Nostra Attività Legale anche al di fuori dell’Europa. 

Studio Legale Avvocato Penalista H24 Stati Uniti USA (New York, Los Angeles, Miami) Abu Dhabi, Giappone (Tokyo), SudAfrica (Città del Capo), Brasile (Rio de Janeiro), Messico, Argentina, Bolivia, Perù, Singapore, Thailandia, Australia (Sydney), Dubai, India (Nuova Delhi), Cina (Tokyo, Shanghai).

Abbiamo contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati !