10-09-2021

Decreto penale di condanna: di cosa si tratta e come presentare opposizione?

Il Decreto penale di condanna è un procedimento speciale, applicato in caso di commissione di reati non particolarmente gravi, attraverso il quale viene applicata una condanna pecuniaria all’imputato senza instaurare nei confronti dello stesso alcun tipo di processo penale, e pertanto senza permettere all’imputato di difendersi.

Argomenti: # # #

Decreto penale di condanna: di cosa si tratta e come presentare opposizione?

Ti è stato notificato un decreto penale di condanna e non sai come fare per difenderti? Ritieni di essere innocente e non vuoi subire una condanna penale rinunciando del tutto a difenderti nel processo? Hai bisogno di ricevere assistenza o consulenza legale in relazione ad un decreto penale di condanna che ti è stato notificato? Un avvocato esperto in decreto penale di condanna, dello studio legale Avvocato Penalista H24, in questo articolo ti spiega quando può essere applicato un decreto penale di condanna e quali sono tutti i vantaggi e gli svantaggi derivanti dalla presentazione di un’opposizione..

Linea h24 per le urgenze cell. +39 338 85 15 424.

Cosa prevede la Legge?

Come ti dicevo in precedenza, il decreto penale di condanna è un procedimento speciale, che trova la propria disciplina all’interno dell’articolo 459 del Codice di procedura penale, ed è applicabile esclusivamente nel caso di contestazione nei confronti dell’imputato di reati di scarsa o minima rilevanza o gravità.

Il procedimento, infatti, prevede la possibilità per il Pubblico Ministero, al termine delle indagini preliminari, di richiedere la condanna della persona indagata direttamente al Giudice per le indagini preliminari, senza che nei confronti della persona si tenga alcun tipo di procedimento penale, e pertanto senza garantire alla persona imputata alcun tipo di difesa nel processo penale.

La principale caratteristica di questo tipo di procedimento, quindi, consiste nel fatto che venga del tutto omessa la parte relativa il dibattimento e la difesa dell’imputato in giudizio, permettendo, in tal modo, al Giudice per le indagini preliminari di applicare una pena pecuniaria, anche in sostituzione di una pena detentiva, ancor prima di effettuare un qualsiasi processo.

Si tratta di un procedimento che può essere applicato sia per i reati procedibili di ufficio, sia per i reati procedibili a querela della persona offesa, ma questa procedura può essere applicata esclusivamente se il Pubblico Ministero ritiene di dover applicare nei confronti della persona imputata di un reato una pena pecuniaria (anche in sostituzione di una pena detentiva).

Quando dico “anche in sostituzione di una pena detentiva” è perché, nel caso in cui la condanna applicata alla persona preveda l’applicazione di una pena detentiva, questa verrà convertita automaticamente, in sede di applicazione del decreto penale di condanna, in una pena pecuniaria: il Pubblico Ministero convertirà ogni giorno di pena detentiva in una pena pecuniaria che può variare dai 75 ai 225 euro al giorno.

Nel calcolo della conversione si tiene sempre conto anche della condizione economica complessiva dell’imputato e del proprio nucleo familiare.

Quali sono i principali vantaggi del decreto penale di condanna?

Il principale vantaggio per lo Stato, derivante dalla definizione di un procedimento penale con il decreto penale di condanna, consiste nel fatto che si omette completamente di instaurare un procedimento penale nei confronti della persona imputata, evitando quindi di dover utilizzare delle importanti risorse della Giustizia per definire dei procedimenti per reati di minore gravità.

Infatti, come ti dicevo prima, la sentenza di condanna viene applicata senza che alla persona imputata venga riconosciuto alcun tipo di diritto di difendersi in giudizio, compromettendo pertanto del tutto il suo diritto di difendersi in un procedimento con l’ausilio di un avvocato preparato in casi di decreto penale di condanna, ma garantendogli tuttavia un importante sconto di pena.

A fronte di questo “sacrificio” per la persona imputata, la quale, come ti ho detto, si troverà ad essere condannata ancor prima di affrontare un procedimento penale, esistono alcuni vantaggi derivanti dall’applicazione di questo tipo di procedura.

Innanzitutto, il primo vantaggio, consiste nel fatto che, attraverso il decreto penale di condanna, il Pubblico Ministero può applicare esclusivamente una pena pecuniaria, quindi, chiaramente, per questo tipo di procedimento non corri alcun tipo di rischio di finire in galera.


Allo stesso tempo, quando il Pubblico Ministero richiede al Giudice per le indagini preliminari l’applicazione della pena con il decreto penale di condanna, potrà richiedere l’applicazione di una pena che sia diminuita fino alla metà rispetto al minimo edittale previsto dalla Legge.

Faccio un esempio al per essere più chiaro possibile: se un reato è punito con la pena della reclusione da due a sei mesi, il Pubblico Ministero, nel richiedere l’applicazione del decreto penale di condanna, potrà richiedere l’applicazione della pena di un mese di reclusione (la metà rispetto al minimo di due mesi previsto dalla Legge), procedendo quindi alla conversione della pena detentiva in pena pecuniaria (dai 75 ai 225 euro per ogni giorno di pena detentiva).

Ulteriore vantaggio del decreto penale di condanna consiste nel fatto che, la persona nei cui confronti viene applicato, non dovrà pagare alcun tipo di costo per le spese del procedimento, pertanto si limiteranno i danni (quantomeno di natura economica) per la persona imputata che si vedrà condannata con questo tipo di procedura.

Quali sono gli svantaggi del decreto penale di condanna?

Come ti dicevo prima, il principale svantaggio derivante dall’applicazione del decreto penale di condanna consiste nel fatto che la persona imputata di un reato si vedrà applicata una condanna senza nemmeno partecipare ad un processo, e quindi senza nemmeno avere la garanzia di un giusto processo con l’ausilio di un avvocato.

Devi infatti sapere che, il decreto penale di condanna, è una condanna penale a tutti gli effetti e pertanto, per quanto la condanna non venga più riportata nel casellario giudiziale richiesto dai privati, resterà comunque una “macchia” a vita nella tua fedina penale, ben visibile all’Autorità Giudiziaria ovvero nei controlli di Polizia Giudiziaria.

Sembra ovvio, da questo punto di vista, che accettare una condanna senza neppure potersi difendere davanti ad un Giudice costituisce il principale svantaggio derivante dall’applicazione di un decreto penale di condanna, essendo infatti evidente che, una persona innocente, non debba  subire una condanna per un reato che, in realtà, non ha commesso.

Nel caso in cui tu ritenga di essere vittima della Giustizia, e di non voler accettare di subire una condanna senza neppure difenderti nel processo penale, è sempre possibile presentare un’opposizione al decreto penale di condanna, ma in questo caso è preferibile che tu venga assistito da un avvocato in esperto decreto penale di condanna.

In cosa consiste l’opposizione al decreto penale di condanna

L’articolo 462 del Codice di Procedura penale riconosce la possibilità alla persona condannata con un decreto penale di condanna di opporsi al decreto, richiedendo quindi che il procedimento venga definito in giudizio, con la possibilità quindi di difendersi nel corso di un procedimento penale.

Devi sapere innanzitutto che l’opposizione al decreto penale di condanna potrà essere presentata nel termine massimo di 15 giorni dal momento della notifica del decreto penale di condanna, pertanto, nel caso in cui l’opposizione dovesse essere presentata oltre questo termine, il decreto penale di condanna diverrà esecutivo e tu subirai quindi la sentenza di condanna riportata nel decreto.

Nell’opposizione al decreto penale di condanna dovranno essere indicati necessariamente, a pena di inammissibilità dell’opposizione:

  1.  Gli estremi del decreto di penale di condanna;
  2. La data in cui è stato emesso il decreto penale di condanna;
  3. Il nominativo del Giudice che ha emesso il decreto penale di condanna.

Nell’atto di opposizione, qualora la persona imputata non l’abbia già fatto in precedenza, dovrà anche essere indicato il nominativo di un avvocato, il quale dovrà procedere alla difesa nel procedimento penale che verrà instaurato in seguito.

Quali sono le richieste che possono essere fatte con l’opposizione al decreto penale di condanna?

Come avrai capito, con l’opposizione al decreto penale di condanna, la persona imputata di un reato decide di non voler subire una sentenza penale di condanna rinunciando completamente a difendersi, pertanto, con l’opposizione, la persona imputata dovrà anche scegliere se definire il procedimento con il rito ordinario o con un rito alternativo.

Nel caso in cui la persona dovesse scegliere di definire il processo con il rito ordinario, gli sarà riconosciuta la possibilità di escutere in dibattimento i testi del Pubblico Ministero, di portare i  propri testimoni in giudizio, e di portare all’attenzione del Giudice dei documenti che ritiene importanti per poter provare la propria innocenza.

Chiaramente, nel caso in cui la persona dovesse essere condannata, non potrà più beneficiare dei vantaggi previsti per il decreto penale di condanna e, quindi, l’eventuale condanna sarà applicata senza alcun tipo di sconto di pena.

Con l’opposizione al decreto penale di condanna la parte può anche indicare la volontà che il procedimento sia definito con il giudizio abbreviato, ovvero con il patteggiamento.

Nel caso della scelta del rito abbreviato la persona non avrà la possibilità di portare dei propri testimoni nel processo, dovendo quindi accettare il procedimento “allo stato degli atti”, ma avrà comunque la possibilità di argomentare davanti al Giudice la propria innocenza, potendo comunque beneficiare della riduzione di ⅓ della pena in caso di condanna.

Nel caso in cui, invece, venga scelto il patteggiamento, la persona imputata potrà beneficiare della riduzione della pena fino a ⅓ applicata per questo tipo di rito.

Come avrai ben compreso, da un punto di vista meramente “matematico”, non sempre conviene la scelta del patteggiamento contro il decreto penale di condanna, prevedendo il decreto penale di condanna delle riduzioni di pena ben più favorevoli (fino alla metà del minimo edittale) rispetto a quelle previste dal patteggiamento (fino a ⅓ del minimo edittale).

Per queste ragioni, prima ancora di procedere a richiedere l’opposizione al decreto penale di condanna, è sempre opportuno consultare un avvocato e procedere con la massima attenzione all’eventuale scelta del rito.

Cosa succede nel caso in cui l’opposizione dovesse essere dichiarata inammissibile?

Come ti ho detto in precedenza, l’opposizione al decreto penale di condanna può essere dichiarata inammissibile sia quando non viene rispettato il termine per l’opposizione di 15 giorni dal momento della notifica del decreto, sia quando non vengono indicati nell’atto di opposizione gli estremi del decreto penale di condanna, la data di emissione dello stesso ed il nominativo del Giudice che lo ha applicato.

Nel caso in cui l’opposizione dovesse essere dichiarata inammissibile, il Giudice che ha applicato il decreto ne ordinerà l’esecuzione, e pertanto subirai gli effetti della sentenza di condanna.

Devi in ogni caso sapere che, contro l’ordinanza con la quale il Giudice per le indagini preliminari ha disposto l’inammissibilità dell’opposizione al decreto penale di condanna, è sempre possibile formulare ricorso per cassazione.

Chiaramente, al fine di formulare un ricorso, è sempre necessaria l’assistenza di un avvocato con specifica esperienza in questa materia.

Perché rivolgersi ad un avvocato esperto in decreto penale di condanna?

Come avrai potuto comprendere, l’opposizione al decreto penale di condanna è una scelta molto importante per l’imputato dal momento che, nel caso in cui venga condannato in seguito all’opposizione non potrà più beneficiare di tutti i vantaggi previsti dalla Legge per il decreto penale di condanna.

È chiaro che si tratta di una scelta che, potendo incidere sulla libertà della persona, non può in alcun modo essere presa con leggerezza, pertanto è sempre opportuno consultare prima un avvocato esperto in decreto penale di condanna.

Devi capire, inoltre, che i termini per presentare l’opposizione sono molto brevi e quindi, nel caso in cui ti dovesse essere notificato un provvedimento di questo tipo, è di fondamentale importanza che tu non perda tempo e ti rivolga immediatamente ad un avvocato con specifica competenza in materia.

Lo studio legale Avvocato Penalista H24 si occupa da anni di procedimenti penali, aiutando le persone imputate di reati o condannate con decreti penali di condanna a prendere le migliori decisioni per il buon esito del procedimento.

Il metodo di Avvocato Penalista H24

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. 

Avere dei problemi in materia penale e non riuscire a comprendere come risolverli è sicuramente frustrante e pertanto va affrontato con l’aiuto di un avvocato che possa indirizzarti al meglio sin dal primo momento.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale, sin da subito, instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

1. informazione costante sulla nostra attività professionale, svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo dopo passo sulla nostra attività e su cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

2. massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi, 7 giorni su 7, 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

3. formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti.

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto in decreto penale di condanna

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

In materia penale possono interessarti anche questi ulteriori argomenti:

Come potrai comprendere abbiamo maturato una grande esperienza nel settore del diritto penale e la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso, il più delle volte, ci porta a raggiungere il risultato sperato.

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali, tra cui le principali sono: Milano, Roma e Napoli.

Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo immediatamente un appuntamento presso la sede più vicina.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments