11-03-2022

Truffa Cripto e Bitcoin: come riconoscerla ed evitarla? Avvocato Cripto

Argomenti:

Truffa Cripto e Bitcoin: come riconoscerla ed evitarla? Avvocato Cripto

Oggigiorno molte persone stanno pensando di investire i loro risparmi in criptomonete come Bitcoin o Ethereum al fine di combattere la crescente inflazione del denaro che si sta propagando specialmente dopo la pandemia. Se vuoi farlo devi stare assolutamente attento a non subire una truffa Cripto e Bitcoin.

Ma quali sono i consigli da seguire per riconoscere ed evitare di subire una truffa Cripto e Bitcoin? 

Ti prego vivamente di leggere il nostro articolo prima di fare qualsiasi mossa, i nostri consigli potrebbero salvarti il portafogli. 

Partiamo subito con i nostri consigli: seguili alla lettera!

Come faccio a riconoscere uno scammer o truffatore?

Sui social network vieni spesso contattato da falsi consulenti finanziari che ti promettono ingenti guadagni e rendimenti sicuri attraverso gli investimenti in Crypto? 

Se la risposta è sì devi stare molto attento poiché molti di questi sono ‘scammers’ (truffatori) e non faranno altro che derubare il tuo denaro: sarebbe certamente un peccato perderlo.

In base alla nostra esperienza posso dirti che lo ‘scammer’ è colui che ti promette ingenti guadagni e rendimenti sicuri comprando o scambiando criptomoneta (dunque facendo ad esempio trading on line).

Sappi che non ci sono al mondo investimenti sicuri e rendimenti certi: quindi se il sedicente consulente finanziario ti promette questo, è molto probabile che sia un truffatore e devi stargli molto alla larga.

Devi sapere, inoltre, che le operazioni finanziarie aventi ad oggetto le monete virtuali possono essere svolte solo dagli intermediari autorizzati dalla CONSOB o dalla Banca d’Italia ed iscritti in appositi albi o elenchi e dai consulenti finanziari in possesso dei requisiti di legge previsti (ovvero dagli articoli 18 e seguenti, 33 e seguenti del Testo Unico sulla finanza).

Quindi, prima di dare credibilità a chi ti propone investimenti in Cripto, chiedi lui se è iscritto all’apposito albo istituito oppure se è stato autorizzato dalla CONSOB. Chiedi di vedere il suo tesserino o quanto valga a capire se trattasi di un soggetto che può chiederti del denaro da investire in criptomonete.

È evidente che se si tratta di una persona che non ha alcun titolo per prospettare degli investimenti (addirittura rappresentati come sicuri e molto redditizi) molto probabilmente ti trovi al cospetto di un ‘fuffa guru’ ovverosia di uno scammer o truffatore.

Stai alla larga da questi personaggi se vuoi evitare di subire una truffa cripto e bitcoin.

Passiamo adesso ad un’altra verifica che ti consigliamo di fare.

Richiedere il prospetto d’investimento

Ogni proposta d’investimento deve essere preventivamente autorizzata dalla CONSOB.

Quindi, prima di investire il tuo denaro, chiedi sempre di poter leggere il prospetto d’investimento e se questo è stato già autorizzato dalla CONSOB.

È un aspetto di cui ti ho già parlato in un altro articolo sul nostro sito (che potrai leggere qui) ma che per comodità ti riassumo in questo paragrafo.

Al fine di poter offrire al pubblico prodotti finanziari (in questo caso diversi da titoli, quote o azioni) occorre preventivamente pubblicare un ‘prospetto’ del prodotto d’investimento.

Prima però occorre presentare la domanda di approvazione dello stesso alla CONSOB allegandone la bozza.

Il prospetto non può essere pubblicato finché non è approvato dalla CONSOB la quale deve verificare la completezza, la coerenza e la comprensibilità delle informazioni fornite.

Il termine per l’approvazione del prospetto è stabilita dal regolamento della CONSOB ma la mancata decisione da parte di quest’ultima nei termini previsti non costituisce approvazione del prospetto. 

Quindi, in ogni caso, bisogna proprio attendere la decisione della CONSOB che viene pubblicata sul suo sito internet.

Cosa deve contenere il prospetto?

Il  prospetto  contiene,  in   una   forma   facilmente analizzabile e comprensibile, tutte le informazioni  che,  a  seconda delle  caratteristiche  dell’emittente  e  dei  prodotti finanziari offerti, siano rilevanti per un investitore affinché si possa procedere ad una valutazione con cognizione  di  causa della situazione patrimoniale, dei risultati economici, della situazione finanziaria e delle prospettive dell’emittente e degli eventuali  garanti,  nonché dei diritti connessi ai titoli, delle ragioni  dell’emissione  e  del suo impatto sull’emittente. 

Il prospetto contiene, altresì, una nota di sintesi la quale,  concisamente  e  con  linguaggio  non  tecnico, fornisce le informazioni chiave. 

Il formato e il contenuto della nota di sintesi forniscono, unitamente al prospetto, informazioni adeguata circa le caratteristiche fondamentali  dei  prodotti  finanziari  che aiutino gli investitori al momento di valutare se investire  in  tali prodotti. 

Ed allora, prima di fare gli investimenti in criptomonete (come ad esempio acquistare una criptovaluta), tieni bene a mente questi consigli per evitare di subire una truffa cripto e bitcoin. Potresti pentirtene amaramente: verifica quale è il progetto che sta alla base della nuova moneta e se questo è stato autorizzato dalla CONSOB.

Passiamo dunque ad un’altra verifica che devi fare.

Dove cambiare il denaro in criptovaluta?

Prima di cambiare il tuo denaro in valuta virtuale, ti prego di verificare se la persona o la società proposta è inserita all’interno della sezione speciale del registro dei cambiavalute tenuto dall’Organismo degli agenti e dei mediatori creditizi e può effettivamente effettuare il cambio valuta.

Tale imposizione è stata attuata con il Decreto delegato del 2017 intervenuto sul Decreto Legislativo 13 agosto 2010 n. 141.

Puoi scaricare qui l’elenco dei Cambiavalute

Il consiglio che possiamo darti è quello di acquistare (e scambiare) moneta  solo attraverso persone e società regolarmente registrate negli appositi albi; l’istituzione dell’apposito albo, infatti, è stato posto a tutela dei risparmiatori. Consultalo!

Dove mantenere le criptovalute?

Le criptovalute devono essere necessariamente mantenute su piattaforme virtuali (come ad esempio Crypto.com, Binance, CoinBase) ovvero su wallet virtuali (come ad esempio Metamask).

Gli exchangers o wallet providers sono sottoposti alla disciplina prevista dal Decreto Legislativo n. 231 del 2007 in tema di antiriciclaggio e devono assicurare che – attraverso i cryptoasset – non siano ripuliti soldi provento di attività illecite.

Questo comporta che costoro abbiano degli specifici obblighi di adempiuta verifica della clientela e dei loro capitali oltre alla conservazione dei dati al fine di scongiurare il pericolo di riciclaggio o autoriciclaggio del denaro sporco. 

Ed allora, prima di creare il tuo account su tali tipi di piattaforme, assicurati che le stesse rispettino la normativa antiriciclaggio. Ti faccio un esempio.

Se per creare il tuo profilo virtuale non ti vengono chiesti i dati identificativi (e dunque i documenti di riconoscimento) appare evidente come la piattaforma sia fuori legge e non rispetti la normativa antiriciclaggio in quanto non adempie all’obbligo -come detto previsto dalla legge- di adeguata verifica della clientela.

Le piattaforme che non rispettano la legge possono essere bannate da un momento all’altro e dunque rese inaccessibili con – ad esempio – un sequestro da parte dell’Autorità Giudiziaria.

È chiaro che se ciò capita non potrai più accedere al tuo wallet e sarà sicuramente più difficile recuperare il denaro da te investito: evita di piazzare il tuo denaro su siti che possono sparire da un momento all’altro. Se il sito o la piattaforma non rispetta la legge appare verosimile che non avrà vita lunga e che potrebbe essere stato creato solo per frodare i risparmiatori. Stai dunque alla larga da questi siti. 

Dove puoi verificare se il sito è a posto?

Te lo dico subito. Puoi verificarlo nell’apposita sezione del sito della CONSOB che puoi rinvenire cliccando questo link. Ritroverai tutte le segnalazioni dei siti fuori legge.

Hai dunque tutti gli strumenti per evitare di subire una truffa cripto e bitcoin.

Ma se non hai fatto questi passaggi e pensi di essere stato truffato, come puoi capire se il tuo denaro è veramente a rischio? Leggi il paragrafo successivo.   

Come posso capire di essere stato truffato?

Nel caso in cui tu abbia già investito del denaro in cripto ed hai il sospetto di essere stato truffato, ti segnalo alcuni comportamenti classici che i falsi trader o consulenti assumono e dai quali potrai capire che i tuoi risparmi sono effettivamente a rischio. Dunque devi subito attivarti per recuperarli.

  • Il falso trader (o consulente) non ti dà gli accessi al conto virtuale e non ti consente di fare operazioni. Ti consiglio dunque di avere sempre gli accessi del tuo conto in maniera tale da poter in qualsiasi momento spostare i tuoi soldi e recuperarli.
  • Il falso trader (o consulente) non ti risponde al telefono e non asseconda le tue richieste di restituzione del danaro. Anzi, ti dice che per sbloccare il denaro, ha bisogno di un ulteriore deposito. Sappi che in questo caso sei caduto nel suo tranello ed evita di perdere altri soldi acconsentendo alla sua richiesta. Piuttosto denuncialo all’Autorità Giudiziaria per cercare di recuperare i soldi.
  • Se per sbloccare parte del tuo denaro ti viene richiesto di investire altro denaro (oppure di far investire un tuo conoscente) sappi -ancora – che molto probabilmente sei stato vittima di uno Schema Ponzi. L’investimento che hai fatto non ha alcun effettivo valore ma si regge solo sugli incassi provenienti delle persone nuove che immettono denaro. Con questo denaro vengono ripagati gli investitori precedenti fino a quando il sistema non collassa nel momento in cui non vengono rinvenuti nuovi investitori che immettono altro denaro. 
  • Il falso trader (o consulente) ti mostra il portafoglio virtuale da cui emerge un succulento interesse maturato sui tuoi risparmi: sappi che quella schermata può essere un fake e che la piattaforma possa essere da loro gestita ed alterata nell’ammontare degli interessi ottenuti sui risparmi solo per farti ingolosire e depositare altro denaro. Evita di farlo: assicurati prima che il denaro sia effettivo su quel wallet e chiedi prima di poterlo riscuotere.
  • Verifica su internet se ci sono state altre segnalazioni sul conto del falso trader (o consulente) da parte di altre persone che sono state da lui analogamente truffate. Così avrai delle conferme su quello che pensi.

Ed allora, se ricorrono le circostanze sopra menzionate, sappi che molto probabilmente sei stato truffato ed il consiglio è quello di rivolgerti alle autorità giudiziarie per cercare di recuperare immediatamente i risparmi da te investiti.

Vuoi sapere come fare per recuperare i soldi da una truffa on line? Te lo spiego nel paragrafo successivo.

Come recuperare i soldi da una truffa on line?

Nel caso in cui tu abbia già investito del denaro in cripto, non hai seguito i nostri consigli e dunque sei incappato in una truffa cripto, allora quello che devi fare è rivolgerti all’autorità giudiziaria competente al fine di denunciare l’accaduto.

Recuperare i soldi investiti non è scontato e non è semplice sicuramente ma in quest’altro articolo che puoi recuperare sul nostro sito cliccando qui, ti spieghiamo in maniera dettagliata come fare per recuperare i soldi se hai subito una truffa cripto e bitcoin. 

Vuoi avere assistenza legale in tema di criptovalute? Non preoccuparti, puoi sempre rivolgerti al nostro studio legale per avere consigli su come comportarti se sei stato vittima di una truffa on line.

Perché rivolgersi ad un esperto avvocato per truffa cripto e bitcoin?

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia complessa, delicata che richiede particolari e specifiche competenze professionali che non tutti gli avvocati posseggono.

Capire il mondo delle cripto e della blockchain non è semplicissimo se non si è smart.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad un Avvocato competente in truffa cripto e bitcoin, che conosca bene la materia giuridica (ed informatica) trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Abbiamo già affrontato diverse tematiche con riferimento a questa materia.

Leggi altri nostri articoli su questo tema:

Mettiti subito in contatto con uno dei nostri avvocati il quale ti spiegherà come comportarsi nel caso tu abbia subito una truffa cripto e bitcoin. 

Come svolgiamo il servizio di consulenza online?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24.

Come potrai leggere la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, a raggiungere il risultato sperato. 

Vuoi parlare di persona con un nostro avvocato?

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la nostra attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento online o nella nostra sede più vicina.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments