Avvocato diffamazione social: come ottenere il risarcimento

Argomenti:

Avvocato diffamazione social: come ottenere il risarcimento

Con l’utilizzo sempre più diffuso dei social network è molto frequente che si possano esternare commenti o considerazioni che costituiscono una vera e propria diffamazione social, condotte queste che vengono punite dalla Legge e dalle quali puoi ottenere anche un risarcimento dei danni che hai subito.

In questi casi, infatti, se i commenti finiscono per ledere la tua immagine personale o la tua reputazione, oltre alla possibilità di formulare una denuncia/querela per il delitto di diffamazione, chiedendo quindi la punizione del colpevole in sede penale, potrai anche formulare un’azione di risarcimento dei danni derivanti dalla diffamazione patita; vediamo quindi come.

Quando una condotta può essere considerata diffamatoria?

Innanzitutto occorre chiarire cosa si intende con il termine diffamazione e quando si può venire a configurare il delitto di diffamazione, disciplinato dall’articolo 595 del codice penale.

La prima cosa che devi sapere è che per ritenersi integrato il delitto di diffamazione è necessario che ricorrano i seguenti tre presupposti:

  1. Che la condotta diffamatoria avvenga in presenza di più persone;
  2. Che tu non sia presente, limitando quindi detta circostanza la tua possibilità di difendere immediatamente il tuo onore o il tuo decoro;
  3. Che le parole utilizzate ledano effettivamente la tua immagine, il tuo onore o il tuo decoro personale.

Proprio in relazione al punto numero 2) è necessario che tu sappia che, per ritenersi integrato il delitto di diffamazione, è necessario che tu non sia presente nel momento in cui viene posta in essere la condotta illecita dal momento che, se le frasi lesive della tua reputazione e del tuo decoro verranno pronunciate in tua presenza, non potrà ritenersi integrato il delitto di diffamazione, bensì la meno grave ipotesi dell’ingiuria, condotta questa alla quale non è più riconosciuta alcuna rilevanza penale ma che, chiaramente, potrà comunque permetterti di richiedere un risarcimento del danno in caso di diffamazione social.

Infatti, anche nel caso in cui si tratti di una semplice ingiuria, e quindi allorquando le offese vengano pronunciate in tua presenza, comunque potrai richiedere il risarcimento del danno che hai sofferto a causa delle offese subite.

Cosa si intende per diffamazione social?

Se la condotta diffamatoria viene perpetrata attraverso i social network si può parlare di diffamazione social, condotta questa che, come ti dicevo in precedenza, ha anche rilevanza penale dal momento che, sulla base di quanto disposto dall’articolo 595 del codice penale, è punita con la pena della reclusione, oltre che della multa.

Ti faccio quindi un esempio per farti comprendere meglio quando possa ritenersi realizzata una diffamazione social.

Mettiamo il caso che una persona lasci un commento lesivo della tua reputazione su una bacheca di un social network, come ad esempio Facebook o Instagram, ovvero che offenda il tuo onore ed il tuo decoro personale su un gruppo di Facebook, o anche, perché no, su una chat comune di Whatsapp, frequentata da diverse persone, in questo caso potranno ritenersi integrati tutti gli estremi del delitto di diffamazione, quindi sarai assolutamente giustificato a formulare finanche una denuncia/querela per richiedere la punizione della persona che ha posto in essere detta condotta attraverso i vari social network oltre che, come ti spiegherò in seguito, potrai ottenere finanche un risarcimento del danno.

A che pena si può andare incontro in caso di diffamazione social?

Devi sapere, innanzitutto, che l’articolo 595 del codice penale punisce con la pena della reclusione fino ad un anno e della multa fino a 1.032 euro chiunque offende l’onore ed il decoro di una persona assente.

Tuttavia, nel caso in cui l’offesa venga posta in essere con il mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, la pena sarà quella della reclusione da sei mesi a tre anni e della multa non inferiore a 516 euro.

Occorre quindi necessariamente fare alcune precisazioni, affinchè tu possa comprendere al meglio quando si parli di diffamazione semplice e quando, invece, possa parlarsi di diffamazione “aggravata” nel caso in cui l’offesa venga posta in essere attraverso l’utilizzo dei social.

Ebbene, nel caso in cui la condotta diffamatoria, ad esempio, venga effettuata attraverso una bacheca di un social network come (per citarne uno) Facebook, potrà ritenersi integrata la circostanza aggravante prevista dal comma 3 dell’articolo 595 del codice penale, con conseguente possibilità di applicare la pena della reclusione da sei mesi a tre anni, dal momento che, come risulta evidente, la condotta diffamatoria avrà maggiore diffusività e potrà essere letta da un numero indeterminato di persone.

Al riguardo, infatti, la stessa Corte di Cassazione, con la sentenza numero 4873/2017 ha affermato che: “La diffusione di un messaggio diffamatorio attraverso l’uso di una bacheca “facebook” integra un’ipotesi di diffamazione aggravata ai sensi dell’art. 595, comma terzo, cod. pen., sotto il profilo dell’offesa arrecata “con qualsiasi altro mezzo di pubblicità” diverso dalla stampa, poiché la condotta in tal modo realizzata è potenzialmente capace di raggiungere un numero indeterminato, o comunque quantitativamente apprezzabile, di persone e tuttavia non può dirsi posta in essere “col mezzo della stampa”, non essendo i social network destinati ad un’attività di informazione professionale diretta al pubblico”.

Cosa devo fare in caso di diffamazione social?

Innanzitutto, alla luce di quanto ti dirò anche in seguito, nel caso in cui tu sia vittima di una diffamazione social è necessario che ti rivolga immediatamente ad un avvocato con specifica esperienza in questo settore, e questo anche al fine di evitare che questi delitti possano restare impuniti.

Perché ti dico questo? Per la semplice ragione che il delitto di diffamazione è punibile a querela della persona offesa, quindi, sulla base di quanto disposto dall’articolo 124 del codice di procedura penale: il diritto di querela non puo’ essere esercitato, decorsi tre mesi dal giorno della notizia del fatto che costituisce il reato”.

In questo caso, quindi, qualora tu formuli la denuncia oltre il termine di tre mesi dal momento in cui sei venuto a conoscenza della diffamazione, questa sarà ritenuta “improcedibile” e pertanto la persona che ha leso il tuo onore o il tuo decoro non subirà alcun tipo di condanna penale.

Questo, chiaramente, non significa che non dovrà risarcire i danni che ti ha causato con la sua condotta.

Ma veniamo quindi al dunque e vediamo:

Come posso ottenere un risarcimento in caso di diffamazione social?

Come ti dicevo in precedenza, la condotta diffamatoria perpetrata attraverso un social network, oltre a far “scattare” un interesse punitivo da parte dello Stato, essendo riconosciuta a detta condotta rilevanza penale, potrà finanche determinare la possibilità di richiedere un risarcimento per i danni patrimoniali o non patrimoniali patiti a causa di dette condotte.

Il danno, nello specifico, consiste nella “diminuzione della considerazione della persona da parte dei consociati in genere o di settori o categorie di essi con le quali quella stessa persona abbia ad interagire” (Cassazione Civile, sentenza n. 8397/16). 

Chiaramente, sulla base di quanto sostenuto in più riprese dalla Corte di Cassazione, per la quantificazione del danno, oltre al tenore dell’offesa alla reputazione, si dovrà anche tenere conto dell’autorevolezza, della notorietà e della diffusione che ha avuto il messaggio diffamatorio attraverso i social.

Ritornando all’esempio che ti ho fatto in precedenza, nel caso in cui la diffamazione sia stata effettuata attraverso una bacheca di Facebook aperta a tutti, e quindi la condotta lesiva dell’onore o del decoro abbia avuto ampia diffusività, è evidente che potrà essere richiesto un risarcimento del danno più elevato rispetto al caso in cui, ad esempio, la condotta diffamatoria sia stata percepita soltanto da poche persone.


Chiaramente, al fine di effettuare queste valutazioni, anche in termini risarcitori, sarà sempre necessario consultare prima un avvocato con specifica competenza in tema di diffamazione social.

Come possiamo aiutarti in caso di diffamazione social?

I professionisti dello studio legale Avvocato Penalista H24, nel corso degli anni, hanno acquisito una competenza sempre maggiore in tema di diffamazione social, avendo aiutato tantissime persone a mantenere integro il proprio onore ed il proprio decoro  attraverso i social network, permettendo anche ai nostri clienti di ottenere consistenti risarcimenti dei danni per le condotte diffamatorie patite.

Al riguardo, infatti, i nostri professionisti potranno garantire una tutela legale della persona a 360 gradi, e questo sia in relazione alla:

  1.  possibilità di ottenere la cancellazione del contenuto diffamatorio, così da evitare che le conseguenze dannose della diffamazione possano protrarsi nel tempo;
  2. sia in relazione alla possibilità di ottenere la condanna  in sede penale della persona che ha posto in essere la condotta diffamatoria attraverso i social network;
  3. sia, in ultimo, in relazione alla possibilità di farti ottenere un cospicuo risarcimento dei danni che hai dovuto patire a causa di dette condotte.

Chiaramente, così come ti dicevo in precedenza, al fine di valutare il possibile ammontare del danno sarà sempre necessario prendere in considerazione moltissimi fattori, per questo, quindi, è necessaria una notevole preparazione in questo specifico settore.

Perché scegliere il nostro studio legale?

Come ti dicevo prima, abbiamo già affrontato diversi casi di diffamazione social e sappiamo benissimo come fare per aiutarti. Come?

Facendo per te le richieste di cancellazione del contenuto lesivo, oppure intraprendendo un’azione legale per ottenere la condanna della persona che ha posto in essere la diffamazione e permetterti, in tal modo, di ottenere anche un risarcimento del danno. 

Puoi contattarci attraverso i canali di comunicazione che trovi alla fine di questo articolo.

Abbiamo già maturato una certa esperienza in materia di diffamazione social e se vuoi avere maggiori dettagli sulla tematica, ti invito a leggere tutti gli articoli che ti linko qui sotto.

Ecco quali sono:

La legge – come visto – mette a disposizione diversi strumenti giuridici per la tutela della reputazione on line ma occorre azionare quelli giusti e farlo nel modo corretto.

Capirai, leggendo i contenuti pubblicati sul nostro blog, che siamo avvocati specializzati in tema di diffamazione social e se vuoi parlare con un nostro professionista non esitare a contattarci per una consulenza personalizzata.

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto in diffamazione tramite social.

Diffamazione Online: Facebook, Instagram, Blog, Internet. Cosa fare in questi casi?

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Come svolgiamo il servizio di consulenza online?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

Come potrai leggere la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, a raggiungere il risultato sperato. 

Vuoi parlare di persona con un nostro avvocato?

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento on line o nella nostra sede più vicina.

    RICHIEDI UNA PRIMA CHIAMATA GRATUITA



    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments