14-07-2022

Come recuperare i soldi se hai subito una truffa su Crypto Bitcoin? 

Argomenti:

Come recuperare i soldi se hai subito una truffa su Crypto Bitcoin? 

Ti senti uno stupido perché hai creduto di fare un buon investimento ed invece ti sei accorto che sei stato solamente vittima di una truffa Crypto Bitcoin. 

Ti hanno ingannato dicendo di garantirti rendite passive sicure e molto remunerative. 

Hai consegnato ad un presunto broker – che neanche conoscevi – i risparmi di una vita e adesso ti senti perso e credi che tutto sia irrecuperabile. 

Ti sbagli! Leggi questo articolo fino in fondo, ti assicuro che una speranza c’è. 

Ormai le truffe on line sono all’ordine del giorno e bisogna fare attenzione a non essere truffati da società inesistenti e finti consulenti finanziari ma, se purtroppo non hai letto i nostri consigli su come non essere truffati e riconoscere una truffa crypto bitcoin, sono qui per spiegarti come sia possibile recuperare i soldi in caso di truffa da parte di falso broker ovvero una società inesistente.

Linea h24 per le urgenze cell. +39 338 85 15 424.

È possibile recuperare i soldi da una truffa crypto bitcoin? 

A mio avviso, la risposta è sì ! Dico questo per una serie di ragioni.

La prima ragione è che -come avvocato specializzato nelle truffe on line- abbiamo già recuperato grossi importi di denaro per clienti che hanno subito delle truffe on line come ad esempio nel caso di una truffa internazionale che si era verificata tra l’Italia, l’Albania e gli Emirati Arabi Uniti.

La seconda ragione è che, grazie al grande lavoro messo in atto dalle Forze dell’Ordine e dalla Procura della Repubblica competente, ci sono stati in Italia casi di sequestri per centinaia di migliaia di euro – che erano stati convertiti in bitcoin – per la restituzione agli aventi diritto.

Quali sono stati questi casi di recupero del capitale?

In un primo caso, la persona indagata, aveva venduto ed acquistato bitcoin attraverso un portale internet.

Ritenendo -seppur nella fase delle indagini preliminari- che vi fossero i presupposti dei reati di abusivismo finanziario, riciclaggio ed indebito utilizzo di strumenti di pagamento, le Forze dell’Ordine, su disposizione della Procura della Repubblica, hanno eseguito un sequestro preventivo di ben 206.442,32 euro su conti correnti aperti all’estero.

Truffa Crypto Bitcoin

In un secondo caso, altro indagato, aveva commesso gravi reati ed aveva tentato di far perdere le tracce del denaro che aveva illecitamente ottenuto acquistando bitcoin.

Truffa compravendita Bitcoin

Attraverso indagini specializzate esperite dalle Forze dell’Ordine, sempre magistralmente coordinate dalla locale Procura della Repubblica, è stato disposto il sequestro preventivo di ben 222.956,00 euro.

Come scritto nel provvedimento, le Forze dell’Ordine hanno ricostruito le ‘specifiche transazioni operate’ dall’indagato riportanti le ‘stringhe alfanumeriche’ delle transazioni effettuate su degli ‘exchanger di criptovalute’. 

Il denaro sequestrato era destinato tramite bonifico a società estere ‘successivamente incaricate di cambiare la valuta ricevuta (euro) in bitcoin’.

truffa Cryptovalute sequestro

Orbene, come testimoniato da provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria sopra menzionati, è assolutamente possibile

  • rintracciare i colpevoli delle truffe;
  • procedere al sequestro preventivo del denaro per la successiva;
  • restituzione dello stesso agli aventi diritto.

Come è possibile recuperare i soldi da una Truffa Crypto Bitcoin?

Bisogna fare sicuramente -come primo passo- una denuncia querela estremamente dettagliata al fine di mettere le Forze dell’Ordine nelle condizioni di fare indagini specifiche e mirate alla individuazione dei responsabili oltre che al rinvenimento del capitale investito.

Alla denuncia vanno allegati tutti i documenti quali:

  • messaggi chat;
  • distinte di bonifico;
  • numeri di telefono e mail;
  • stringhe alfanumeriche afferenti le transazioni delle cryptovalute.

Come prima segnalato, attraverso la stringa alfanumerica è possibile risalire a tutte le transazioni effettuate grazie alla tecnologia ‘Blockchain’ ovverosia una lista pubblica di tutte le transazioni effettuate che non è in alcun modo modificabile.    

Inoltre, in base a quella che è la normativa nazionale ed internazionale, tutti le piattaforme che assicurano il cambio da valuta tradizionale (ad esempio euro) a cryptovaluta (come ad esempio bitcoin) devono preventivamente identificare il soggetto che apre un wallet (portafoglio virtuale) e segnalare tutte le operazioni sospette: ciò è imposto al fine di osservare la normativa internazionale sull’antiriciclaggio.

È evidente dunque come attraverso la ‘blockchain’ e l’ausilio delle piattaforme exchange sia possibile individuare il denaro trasferito oltre alla identità della persona che ha effettivamente aperto il wallet ove sono i vostri soldi.

Quali sono gli accertamenti che possono fare le Forze dell’ordine?

Se si mettono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria correttamente i dati in tuo possesso attraverso una denuncia querela scritta in modo corretto (leggi come scrivere una denuncia querela), costoro hanno la possibilità di individuare i responsabili e recuperare il capitale anche all’estero coma hai avuto modo di vedere dai provvedimenti giudiziari che sopra ti ho riportato.

Le società di cambio valuta hanno degli uffici legali deputati proprio a rispondere alle richieste effettuate dalle Forze dell’Ordine: esse sono obbligate a farlo per legge!

È chiaro dunque che una volta forniti i dati corretti alle Forze dell’Ordine, queste hanno la possibilità di avere comunicazioni direttamente con le piattaforme dove sono allocati o transitati i fondi: ciò rende il recupero del capitale più facile anche se lo stesso è custodito all’estero. Ormai, da anni, il cd. ‘segreto bancario’ non esiste più e con le transazioni in cryptovalute non vi è alcuna possibilità di oscuramento dei dati da parte di banchieri compiacenti.

Inoltre, con riferimento alla possibilità di individuazione dei responsabili, posso dirvi che in genere tutte le comunicazioni con i broker avvengono tramite chat ovvero sistemi di messaggistica istantanea (come WhatsApp, Telegram) e ciò consente di poter ottenere dai gestori (come ad esempio Facebook che è la proprietaria di WhatsApp) tutti i dati di accesso e localizzazione della persone che vi ha truffato.

Attraverso l’indirizzo IP di connessione ovvero i file log di accesso è possibile riuscire a capire dove il finto broker sia localizzato.

È ovvio che non si tratta di una cosa semplice ma, maggiori sono i dettagli forniti all’Autorità Giudiziaria, sicuramente maggiori sono le possibilità di individuare i colpevoli e sequestrare il capitale oggetto di truffa come accaduto nei casi esaminati nei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria che sopra mi permettevo di menzionare.

Ci sono stati altri casi in cui le forze dell’ordine sono riuscite a recuperare il capitale?

Sì, ci sono stati altri casi in cui le forze dell’ordine sono stati in grado di arrestare i falsi trader e disporre i sequestri sul capitale al fine di restituirlo agli aventi diritto.

Ti lascio qui alcuni link per approfondire le notizie apparse sui quotidiani nazionali:

Capisci bene dunque che è possibile rispondere affermativamente alla domanda è possibile recuperare i soldi da una truffa on line subita. Se si è caduti nel tranello è importante non versare più soldi ai truffatori ed agire tempestivamente.

Come possiamo aiutarti in caso di truffa crypto bitcoin?

Sicuramente dandoti dei consigli legali utili attraverso una consulenza specializzata on line h24 oppure predisponendo per te gli atti legali necessari per aiutare le Forze dell’Ordine a risolvere la tua vicenda e, dunque, a farti finalmente recuperare il capitale che credi essere del tutto perso.

Se vuoi, invece, consigli gratuiti, leggi il nostro articolo Truffe on line: cosa fare per recuperare i soldi al fine di ottenere le informazioni di cui necessiti per predisporre da solo l’azione legale finalizzata al recupero del capitale.

Non hai bisogno di un avvocato, puoi fare da solo, ma occhio a fare tutto nel modo giusto perché un piccolo errore oppure una piccola dimenticanza può pregiudicare tutto il lavoro.

Perché rivolgersi ad un esperto avvocato per truffa crypto bitcoin?

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia complessa, delicata che richiede particolari e specifiche competenze professionali nonché finanziarie che non tutti gli avvocati posseggono.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad un Avvocato competente in truffa crypto bitcoin esperto in materia, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia più opportuna al caso specifico.

Abbiamo già affrontato casi afferenti ipotesi di truffe on line ad oggetto le monete virtuali.

Leggi altri nostri articoli su questo tema:

Mettiti subito in contatto con uno dei nostri avvocati il quale ti spiegherà il nostro metodo di lavoro che spesso ci porta ad avere grandi risultati con analogo grado di soddisfazione dei nostri assistiti.

Perché gli assistiti del nostro studio legale sono soddisfatti? Perché molti clienti hanno tanta riconoscenza nei nostri riguardi?

Il metodo di Avvocato Penalista H24. Perché scegliere il nostro studio legale?

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. 

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

  • informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;
  • massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.
  • formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti. 

Vuoi sapere nello specifico cosa dicono?

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto in Truffa Crypto Bitcoin

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Come svolgiamo il servizio di consulenza online?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la nostra attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento on line o nella nostra sede più vicina

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments