12-07-2021

Permesso di soggiorno per lavoro autonomo: quali sono i presupposti per ottenerlo?

Il permesso di soggiorno per lavoro autonomo viene rilasciato ai soggetti extracomunitari che si trovano in Italia al fine di svolgere attività lavorativa di tipo autonomo. In questo articolo ti spiego quali sono i requisiti per ottenere il permesso in Italia.

Argomenti: # # # # #

Permesso di soggiorno per lavoro autonomo: quali sono i presupposti per ottenerlo?

Sei un cittadino extracomunitario intenzionato ad intraprendere un’attività imprenditoriale in Italia? Vuoi lavorare come lavoratore autonomo in Italia ma non sai come fare? Ti è stata rigettata una richiesta di permesso di soggiorno per motivi di lavoro? Un avvocato esperto in permesso di soggiorno per lavoro autonomo, dello studio legale internazionale Avvocato Penalista H24, in questo articolo ti spiega quali sono i presupposti previsti dalla Legge Italiana per poter richiedere un permesso soggiorno lavoro autonomo in Italia e come fare per richiederlo.

Linea h24 per le urgenze cell. +39 338 85 15 424.

Cosa prevede la Legge?

Il permesso di soggiorno per lavoro autonomo è disciplinato in Italia dall’articolo 26 del D.Lgs. 286/98 (Testo Unico sull’immigrazione), il quale prevede in maniera tassativa tutti i casi in cui può essere richiesto questo permesso e le modalità attraverso le quali può essere richiesto.

Devi sapere, infatti, che l’ingresso in Italia per il cittadino extracomunitario che intenda intraprendere o esercitare un’attività lavorativa autonoma è sempre subordinato al rilascio di un permesso di soggiorno, che deve essere richiesto alla Questura da parte dell’interessato e che potrà essere concesso sempre sulla base della compatibilità della richiesta con le quote previste ogni anno dal cd. Decreto Flussi

Al fine di poter richiedere il rilascio del permesso di soggiorno, chiaramente, il lavoratore extracomunitario dovrà dimostrare di essere in possesso dei requisiti previsti dalla Legge, nonché della documentazione di licenza o l’autorizzazione per l’attività lavorativa che intende svolgere in Italia, dovendo presentare tutta questa documentazione presso la Questura. 

Quali sono i requisiti previsti dalla Legge per la richiesta del permesso di soggiorno?

La Legge Italiana prevede diversi requisiti per poter richiedere il rilascio del permesso soggiorno lavoro autonomo, essendo chiaro innanzitutto che, per poterne ottenere il rilascio, l’attività lavorativa svolta in Italia dovrà essere un’attività stabile e non sicuramente occasionale.

I requisiti richiesti dalla Legge Italiana sono:

  1. Il cittadino straniero deve dimostrare di disporre di adeguate risorse economiche per poter intraprendere la propria attività lavorativa o imprenditoriale in Italia;
  2. Deve altresì essere in possesso dei requisiti previsti dalla Legge Italiana per l’esercizio dell’attività, tra cui anche l’iscrizione a Registri o Albi (qualora richiesto per poter esercitare la professione);
  3. Deve essere anche in possesso di un “nulla osta” rilasciato dal Ministero in data non anteriore a tre mesi, nel quale venga riportato che non sussistono motivi ostativi al rilascio dell’autorizzazione o della licenza prevista per l’attività che il cittadino straniero intende svolgere in Italia.
  4. Avere un’idonea sistemazione alloggiativa in Italia e un reddito  annuo di importo superiore quantomeno al minimo previsto dalla Legge per l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria.

In che modo si deve richiedere il permesso di soggiorno? 

Una volta che il cittadino straniero ha ottenuto il “nulla osta” da parte del Ministero per l’attività lavorativa che intende svolgere in Italia, potrà formulare, presso la rappresentanza diplomatica o consolare, una richiesta di visto per lavoro autonomo.

L’autorità diplomatica, quindi, una volta riscontrata la sussistenza di tutti i requisiti previsti dalla Legge, sarà tenuta al rilascio dell’apposita certificazione, assolutamente necessaria per poter richiedere il visto e successivamente il permesso soggiorno lavoro autonomo.

Una volta formulata la richiesta di rilascio del visto, la rappresentanza diplomatica sarà tenuta a rispondere entro 120 giorni dal momento della richiesta e, nel caso in cui dovesse rilasciare il visto, questo potrà essere utilizzato nel termine di 180 giorni dal momento del rilascio.

Cosa fare una volta che si arriva in Italia?

Dopo aver ottenuto il visto, il successivo passaggio sarà quello di venire in Italia (nel termine di 180 giorni dal momento del rilascio del visto) al fine di poter richiedere il rilascio del permesso di soggiorno per lavoro autonomo.

Devi innanzitutto sapere che il permesso dovrà essere richiesto entro il termine di 8 giorni dal momento del tuo ingresso in Italia, essendo molto importante la massima precisione in questi casi ed il rispetto delle tempistiche imposte dalla Legge.

La domanda di rilascio del permesso di soggiorno potrà essere effettuata presso gli Uffici Postali convenzionati attraverso la compilazione dell’apposito Kit, dovendo essere allegati alla richiesta anche:

  1. Fotocopia del passaporto contenente i dati anagrafici della persona;
  2. Fotocopia della certificazione rilasciata dall’Autorità diplomatica sulla sussistenza dei requisiti previsti dalla Legge.

Una volta depositata la richiesta, lo straniero verrà convocato in Questura per il fotosegnalamento e per il successivo rilascio del permesso di soggiorno.

È molto importante che tu sappia che, al momento della consegna della richiesta di rilascio del permesso soggiorno lavoro autonomo, ti verrà consegnato un tagliando provvisorio, il quale ti permette comunque di soggiornare liberamente in Italia fino alla decisione definitiva della Questura.

Quanto dura il permesso di soggiorno per lavoro autonomo?

La Legge Italiana prevede che il permesso di soggiorno per lavoro autonomo può essere concesso per una durata fino a due anni.

Chiaramente, al termine dei due anni, potrà essere sempre richiesto il rinnovo o anche, qualora ricorrano i presupposti, la conversione del permesso in permesso di soggiorno per lavoro subordinato.

Come fare per richiedere il rinnovo?

La richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro autonomo dovrà essere presentata presso i competenti uffici nel termine di: 60 giorni prima della scadenza del permesso e comunque entro il termine massimo di 60 giorni dopo la scadenza.

È molto importante il rispetto di queste tempistiche dal momento che, in caso di mancato rispetto, potrà essere negata la richiesta di rinnovo, con possibile applicazione finanche di un provvedimento di espulsione dall’Italia.

Se al momento del rinnovo il cittadino straniero dovesse essere disoccupato, potrà comunque richiedere un permesso “per attesa occupazione”, della durata di un anno, dovendo tuttavia allegare l’iscrizione effettuata presso il Centro per l’impiego competente.

Perché rivolgersi ad un avvocato per formulare le richieste?

Come avrai potuto comprendere, la richiesta di permesso di soggiorno per lavoro autonomo in Italia è particolarmente complessa e delicata, essendo inoltre la Legge soggetta a continui cambiamenti, ragione questa per la quale, per il buon esito della pratica, è sempre opportuno rivolgersi sin dal primo momento ad un avvocato esperto in permessi di soggiorno, con specifica competenza in materia di immigrazione.

Devi capire, infatti, che il rispetto delle tempistiche indicate e la precisa compilazione della documentazione richiesta costituiscono il principale elemento per poter ottenere il rilascio del permesso di soggiorno.

Lo studio legale Avvocato Penalista H24 si occupa da anni della materia dell’immigrazione, aiutando i cittadini stranieri che hanno difficoltà in Italia.

Devi inoltre sapere che, al fine di semplificare la comunicazione con i nostri assistiti e poter spiegare al meglio le procedure da seguire, tutti i professionisti dello studio legale internazionale Avvocato Penalista H24 parlano perfettamente la lingua Italiana, Francese, Inglese e Spagnola.

Il metodo di Avvocato Penalista H24

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. 

Avere dei problemi in materia di permesso soggiorno lavoro autonomo e non riuscire a comprendere come risolverli è sicuramente frustrante e pertanto va affrontato con l’aiuto di un professionista che possa indirizzarti al meglio sin dal primo momento.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

1. informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

2. massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

3. formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti.

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto in permesso di soggiorno per lavoro autonomo

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24.

In materia di immigrazione possono interessarti anche questi ulteriori argomenti:

Immigrazione in Italia – come entrare e restarci legalmente

Come potrai comprendere abbiamo maturato una grande esperienza nel settore dell’immigrazione e la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso, il più delle volte, ci porta a raggiungere il risultato sperato.

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali, tra cui le principali sono: Milano, Roma e Napoli.

Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento presso la sede più vicina.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments