Messa alla prova: è possibile eseguirla all’estero?

Argomenti:

Messa alla prova: è possibile eseguirla all’estero?

Sei sottoposto ad un procedimento penale in Italia ma vivi all’estero ed hai intenzione di richiedere la sospensione del processo con messa alla prova, volendo tuttavia eseguire il lavoro di pubblica utilità nello stato estero in cui ti trovi ?

Ebbene, se la risposta a questa domanda è affermativa ti consiglio di leggere con molta attenzione questo articolo, nel quale ti spiego nel dettaglio per quali ragioni puoi richiedere di eseguire il periodo di messa alla prova all’estero, estinguendo comunque il reato in Italia.

Devi sapere, infatti, che la Decisione Quadro 2008/947 GAI relativa all’applicazione del principio del reciproco riconoscimento delle sentenze penali che irrogano pene detentive o misure restrittive della libertà personale ai fini della loro esecuzione nell’Unione europea, disciplina proprio il principio del reciproco riconoscimento delle sentenze in ambito Europeo, garantendo quindi la possibilità che l’esecuzione delle pene detentive o delle misure restrittive della libertà personale possa essere attuata all’intero dell’intero ambito dell’Unione Europea.

Già abbiamo parlato di questo argomento in relazione alla possibilità di eseguire all’estero una condanna definitiva Italiana in seguito all’emissione di una sentenza irrevocabile, essendo infatti riconosciuta ai Tribunali di Sorveglianza la possibilità di permettere alle persone radicate all’estero di eseguire la condanna che hanno subito in Italia nello stato estero di radicamento.

La ragione per la quale viene garantita questa possibilità fa riferimento al fatto che, a parere della normativa Europea, sarebbe maggiormente rispondente alle esigenze di recupero sociale del condannato garantirgli la possibilità di eseguire la condanna in uno Stato in cui risulta radicato assieme alla propria famiglia, permettendogli in tal modo di mantere contatti diretti e costanti con i propri familiari.

Se vuoi approfondire questo argomento e sapere come fare ad eseguire la condanna all’estero in caso di sentenza definitiva ti consiglio di leggere con attenzione questo articolo in cui ti spiego in che modo è possibile eseguire una condanna Italiana in uno Stato facente parte dell’Unione Europea.

Qui, invece, voglio spiegarti com’è possibile richiedere la sospensione del processo con messa alla prova all’estero e quali sono i presupposti per eseguire il lavoro di pubblica utilità direttamente all’estero, ai sensi dell’articolo 168-bis del codice penale, estinguendo comunque la pena in Italia.

Devi innanzitutto sapere che la sospensione del procedimento con messa alla prova è un istituto giuridico introdotto nella normativa Italiana dall’art. 3, comma 11 della  Legge 28 aprile 2014, n. 67, norma questa mediante la quale, per alcune fattispecie di reato,  viene riconosciuta dal legislatore alla persona imputata di richiedere al Giudice di disporre la sospensione del procedimento penale con conseguente possibilità di svolgere, in sostituzione del procedimento, un programma di messa alla prova.

Il buon esito del programma di messa alla prova, congiuntamente con il positivo svolgimento del lavoro di pubblica utilità e con il risarcimento del danno (quando possibile) nei confronti della persona offesa dal reato, permettono quindi  alla persona imputata di estinguere il reato che gli viene contestato, evitando in tal modo di patire conseguenze negative dallo stesso.

Quando può essere richiesta la sospensione del processo con messa alla prova ?

Innanzitutto devi sapere che la sospensione del processo con messa alla prova può essere richiesta soltanto una volta nella vita e soltanto nel caso in cui tu non sia stato già dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza, pertanto, nel caso in cui tu abbia già usufruito di questa possibilità, ovvero rientri in una delle categorie che ti ho indicato in precedenza, non potrai richiedere nuovamente detto istituto.

Inoltre, come ti dicevo in precedenza, la messa alla prova può essere richiesta esclusivamente per alcune categorie di reato, ovvero:

  1. Nel caso di reati reati puniti esclusivamente con la pena pecuniaria;
  2. Nel caso di delitti che vengono puniti con la pena detentiva non superiore nel massimo edittale a 4 anni di reclusione (sola, congiunta o alternativa a pena pecuniaria);
  3. Nel caso di delitti di: violenza o minaccia a un pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio a magistrato in udienza aggravato a norma dell’articolo 343, secondo comma, del codice penale, violazione di sigilli aggravata, rissa aggravata (con esclusione delle ipotesi in cui nella rissa taluno sia rimasto ucciso o abbia riportato lesioni gravi o gravissime dalla vicenda), lesioni personali stradali, furto aggravato e ricettazione.

In questo caso, quindi, qualora il delitto che ti viene contestato rientri nelle fattispecie che ti ho appena indicato, ti sarà riconosciuta la possibilità di richiedere la sospensione del processo con messa alla prova e quindi, in caso di esito positivo della messa alla prova, il Giudice dovrà dichiarare il reato estinto.

Se vuoi avere informazioni maggiormente dettagliate sull’argomento ti consiglio di leggere con attenzione questo articolo nel quale ti spiego nel dettaglio come richiedere la sospensione del procedimento con messa alla prova in Italia.

Ma andiamo quindi al nocciolo della questione e verifichiamo in che modo può essere richiesto che il periodo di messa alla prova possa essere eseguito all’estero.

La messa alla prova può essere eseguita all’estero ?

Ebbene si, così come ti dicevo nella premessa la sospensione del processo con messa alla prova può essere eseguita finanche all’estero, permettendoti quindi di svolgere il lavoro di pubblica utilità in un altro Stato in cui sei radicato.

In questo caso, chiaramente, dovrai non solo risarcire il danno nei confronti della persona offesa dal reato (qualora possibile) ma dovrai anche prestare il lavoro di pubblica utilità (ai sensi dell’articolo 168-bis del codice penale) direttamente presso lo Stato estero, il quale sarà tenuto a relazionare al magistrato Italiano circa il buon esito del lavoro di pubblica utilità.

Devi sapere al riguardo che si tratta di una prassi abbastanza innovativa, essendo ad oggi molto pochi i casi di persone che hanno deciso di eseguire la messa alla prova all’estero, ma si tratta comunque di una possibilità concreta attraverso la quale potrai estinguere il reato prestando il lavoro di pubblica utilità direttamente presso lo Stato estero in cui vivi abitualmente.

messa alla prova Irlanda

Come potrai vedere dalla nota del Ministero della Giustizia, infatti, nella maggior parte dei casi la Decisione Quadro 2008/947/GAI viene utilizzata per richiedere la possibilità di eseguire la condanna all’estero in misura alternativa alla detenzione, essendo abbastanza “inusuale” che venga richiesta per ottenere la sospensione del processo con messa alla prova.

Chiaramente inusuale non significa impossibile, tanto è vero che il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Modena ha riconosciuto espressamente detta possibilità, dichiarando l’estinzione del reato all’esito dello svolgimento positivo del lavoro di pubblica utilità svolto all’estero.

Il caso deciso dal GIP presso il Tribunale di Modena

Nel caso deciso dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Modena, all’imputata veniva contestato il delitto di guida in stato di ebbrezza, di cui all’articolo 186 del Codice della Strada, per essersi messa alla guida di un monopattino elettrico in stato di ebbrezza alcolica, con l’aggravante di aver commesso il delitto dopo le ore 22:00 e di aver provocato un sinistro.

Innanzitutto, se vuoi ricevere maggiori informazioni sul perché potrebbe essere molto importante eseguire il lavoro di pubblica utilità in caso di contestazione del delitto di guida in stato di ebbrezza ti consiglio di leggere questo articolo, nel quale ti spiego nel dettaglio quali sono i benefici che potresti ottenere con specifico riferimento a questa fattispecie di reato.

In ogni caso l’imputata, evidentemente ben consapevole dei benefici che avrebbe potuto ottenere con specifico riferimento al delitto previsto dall’articolo 186 del Codice della Strada, richiedeva al GIP di disporre la sospensione del processo con messa alla prova, richiedendo tuttavia di svolgere il lavoro di Pubblica utilità in Irlanda, presso l’Irish Red Cross.

imputato lavoro pubblica autorità

Il Giudice pertanto, ben consapevole che, effettivamente, la normativa Europea riconoscesse espressamente detta possibilità all’imputata, accoglieva la richiesta di sospensione del processo con messa alla prova, disponendo quindi che l’Ufficio di Cooperazione Internazionale del Ministero della Giustizia provvedesse alle necessarie comunicazioni al governo Irlandese.

Ebbene, dopo l’iter procedimentale che ti ho appena descritto, ed in seguito allo svolgimento positivo del lavoro di pubblica utilità da parte dell’imputata, alla luce della relazione resa dall’ente estero presso il quale aveva svolto il lavoro di pubblica utilità, il Giudice fissava una nuova udienza in camera di consiglio in cui dichiarava estinto il reato contestato all’imputata per aver svolto positivamente il programma di messa alla prova.

ordinanza messa alla prova

Si tratta, chiaramente, di un provvedimento di massima importanza in quanto fa comprendere come la possibilità di eseguire la messa alla prova all’estero sia, effettivamente, una possibiltà concreta che, nello specifico, potrebbe “orientare” le scelte processuali di molte persone che vivono all’estero alle quali, chiaramente, non sarebbe in alcun modo preclusa la possibilità di sostituire la pena con il lavoro di pubblica utilità senza stravolgere completamente la propria vita.

Se hai altre domande più specifiche su come richiedere la messa alla prova con svolgimento del lavoro di pubblica utilità in uno stato estero, oppure vuoi una consulenza più approfondita sull’argomento, non esitare a contattarci.

Ti stai chiedendo come svolgiamo il servizio di consulenza on line?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Perché rivolgersi ad un avvocato per messa alla prova all’estero?

Come avrai potuto comprendere, quella trattata, è una materia particolarmente complessa, delicata che richiede particolari e specifiche competenze professionali sia in tema di esecuzione della pena, che di diritto internazionale, che non tutti gli avvocati posseggono.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad un avvocato con specifica competenza in tema di messa alla prova all’estero, esperto in materia, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Abbiamo già trattato diversi casi in materia.

Leggi altri nostri articoli su questo tema:

Mettiti subito in contatto con uno dei nostri avvocati il quale ti spiegherà il nostro metodo che spesso ci porta ad avere grandi risultati con analogo grado di soddisfazione dei nostri assistiti.

Perché gli assistiti del nostro studio legale sono soddisfatti? Perché molti clienti hanno tanta riconoscenza nei nostri riguardi?

Il metodo di lavoro di Avvocato Penalista H24, perchè scegliere il nostro studio legale ?

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. Essere sottoposti ad una condanna penale è una sciagura che coinvolge tutta la famiglia, perché impedisce alla persona di vivere una vita serena, da persona libera.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:   

1. informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

2. massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

3. formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti.

Vuoi sapere nello specifico cosa dicono?

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad Esperto Avvocato per messa alla prova all’estero.

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Come svolgiamo il nostro servizio di consulenza online ?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale ?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24.

Come potrai leggere la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, a raggiungere il risultato sperato.

Vuoi parlare di persona con un nostro avvocato condanna italiana estero?

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24?

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati !

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento on line o nella nostra sede più vicina.

0 0 votes
Punteggio Articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments