21-06-2021

Avvocato per Respingimento alla frontiera

Il nostro studio legale si occupa da anni di fornire assistenza legale alle persone straniere che hanno problemi in tema di provvedimenti di respingimento alla frontiera. Cosa fare in questi casi per far valere i propri diritti?

Argomenti: # # # # #

Avvocato per Respingimento alla frontiera

Hai provato ed entrare in Italia ma ti è stato applicato un provvedimento di respingimento alla frontiera? Sei in attesa di essere rimpatriato e non sai come comportarti in questi casi? Hai bisogno di ricevere assistenza legale immediata? Non preoccuparti!

Se vuoi ricevere assistenza o consulenza legale in materia di respingimento alla frontiera in Italia puoi rivolgerti ad Avvocato Penalista H24 che ti affiancherà immediatamente un Avvocato esperto e specializzato in respingimento alla frontiera che potrà aiutarti e consigliarti immediatamente cosa fare e come comportarti con la Polizia.

Linea h24 per le urgenze cell. +39 338 85 15 424.

Innanzitutto devi sapere che il provvedimento di respingimento alla frontiera viene applicato dalla Polizia di frontiera nei confronti del cittadino extracomunitario quando questo non ha i requisiti per poter entrare in Italia, requisiti questi che vengono espressamente previsti dall’articolo 4 del Testo Unico sull’immigrazione.

Nel caso in cui venga disposto un provvedimento di respingimento alla frontiera, quindi, al cittadino straniero sarà impedito l’accesso in Italia, obbligandolo a rientrare presso il paese di origine o di provenienza con lo stesso vettore che lo ha condotto al valico di frontiera in Italia.

Nel momento in cui viene applicato un respingimento alla frontiera, quindi, al cittadino straniero dovrà essere notificato un provvedimento da parte della Polizia di frontiera che, chiaramente, dovrà essere tradotto in una lingua allo stesso conosciuta al fine di garantire al meglio il diritto di difesa e la possibilità di opporsi.

In questi casi, viste le tempistiche molto rapide con le quali vengono disposti i rimpatri, è opportuno contattare immediatamente un avvocato per respingimento alla frontiera al fine di far valere i propri diritti ed opporsi al provvedimento di respingimento.

Quali sono i requisiti per poter entrare in Italia ?

Come ti dicevo in precedenza, il provvedimento di respingimento alla frontiera può essere applicato nei confronti del cittadino extracomunitario che non abbia i requisiti per poter entrare regolarmente in Italia.

Detti requisiti sono previsti tassativamente dall’articolo 4 del Testo Unico sull’immigrazione (D.lgs. 25 luglio 1998, n. 286) e dagli articoli 5 e 14 del Regolamento CE n. 526/2006, articoli questi in ragione dei quali è previsto che, per poter entrare in Italia, è necessario il:

  1. Possesso di un passaporto valido ovvero di un documento equipollente;
  2. Possesso di un visto per accedere in Italia (salve le ipotesi in cui non sia richiesto il visto a causa di accordi tra gli Stati);
  3. Possesso di “idonea documentazione atta a confermare lo scopo e le condizioni del soggiorno, nonché la disponibilità di mezzi di sussistenza sufficienti per la durata del soggiorno”;
  4. Non avere alcun tipo di segnalazione all’interno del Sistema informativo SIS (Sistema informativo Schengen) che possa impedire l’ingresso in Italia;
  5. Non essere considerato una minaccia per la sicurezza dello Stato, per l’ordine o la salute pubblica, o per le relazioni internazionali tra gli Stati membri dell’Unione Europea;
  6. Non essere destinatario di un ordine di espulsione, ovvero di un divieto di ingresso in Italia.

Nel caso in cui venga applicato un provvedimento di respingimento sulla base dell’assenza di uno dei requisiti sopra riportati, comunque potrà essere formulata una valida opposizione al provvedimento di respingimento, essendo tuttavia assolutamente necessario, oltre che opportuno, l’aiuto di un avvocato respingimento frontiera.

Quanti tipi di provvedimenti di respingimento alla frontiera esistono ?

Sulla base di quanto disposto dall’articolo 10 del Testo Unico sull’immigrazione esistono due differenti tipi di provvedimenti di respingimento alla frontiera:

  • Respingimento immediato alla frontiera;
  • Respingimento “differito” disposto dal Questore.

Andiamo quindi a vedere quali sono le differenze tra questi due tipi di provvedimenti:

Il provvedimento di respingimento immediato alla frontiera

Si tratta di un provvedimento disposto direttamente dalla Polizia di Frontiera, ancor prima che il cittadino straniero attraversi i valichi di frontiera, allorquando la persona straniera non abbia i requisiti per poter accedere nel territorio Italiano.

Si tratta di un provvedimento amministrativo che deve essere notificato in forma scritta al cittadino straniero e tradotto in una lingua allo stesso conosciuta.

Nel provvedimento che viene notificato, quindi, sulla base dell’articolo 13, paragrafo 2 del Codice frontiere Schengen, dovranno essere riportate in maniera dettagliata e precisa tutte le ragioni per le quali viene disposto il provvedimento di respingimento alla frontiera.

Nel caso in cui venga disposto il respingimento immediato dello straniero alla frontiera, come ti dicevo, il vettore che ha condotto lo straniero in Italia sarà tenuto a prendere a carico il cittadino straniero ed a condurlo nuovamente nello Stato di provenienza o nello Stato che ha rilasciato al cittadino straniero il documento di riconoscimento.

Il provvedimento di respingimento “differito” disposto dal Questore

A differenza di quanto visto in precedenza, il provvedimento di respingimento “differito” viene disposto dal Questore se il cittadino straniero ha già fatto ingresso in Italia, sottraendosi quindi ai controlli di frontiera, ovvero nel caso in cui sia stato ammesso provvisoriamente l’accesso dello straniero in Italia che non abbia i requisiti, soltanto per ragioni di necessità di pubblico soccorso.

 In questo caso il provvedimento di respingimento, per avere validità, dovrà essere convalidato dal Giudice.

Da questo punto di vista, infatti, una volta che il Questore dispone la notifica del provvedimento di respingimento al cittadino straniero, dovrà comunicare immediatamente (e comunque entro il termine massimo di quarantotto ore dalla sua adozione), detto provvedimento al Giudice di Pace competente per territorio, il quale dovrà convalidare il provvedimento.

Devi sapere, infatti, che l’esecuzione del provvedimento del Questore con il quale si richiede l’allontanamento dal territorio nazionale del cittadino straniero resta comunque sospesa fino al momento della decisione del Giudice di Pace sulla relativa convalida. 

L’udienza per la convalida innanzi al Giudice di Pace si svolgerà con la presenza della persona straniera, e sarà necessaria anche la partecipazione di un avvocato  respingimento frontiera che, chiaramente, dovrà essere tempestivamente avvertito ed informato del tuo caso.

Quali sono i casi in cui non può essere disposto il respingimento alla frontiera ?

Devi sapere che, anche in assenza dei requisiti previsti dalla Legge, non sempre può essere disposto il respingimento alla frontiera del cittadino straniero, esistendo dei casi in cui non può essere mai disposto il respingimento.

L’articolo 19 del Testo Unico sull’immigrazione infatti prevede espressamente che:

  1. Non può essere disposto il respingimento alla frontiera del cittadino straniero che “possa essere oggetto di persecuzione per motivi di razza, di sesso, di lingua, di cittadinanza, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali o sociali, ovvero possa rischiare di essere rinviato verso un altro Stato nel quale non sia protetto dalla persecuzione”;
  2. Ed inoltre, il respingimento non può essere disposto neppure nel caso in cui vi siano fondati motivi di ritenere che la persona straniera possa essere sottoposta a tortura ovvero a trattamenti inumani o degradanti;
  3. Neppure può essere disposto il respingimento alla frontiera nel caso in cui “l’allontanamento dal territorio nazionale comporti una violazione del diritto al rispetto della propria vita privata e familiare”;
  4. Ed inoltre il respingimento è vietato nel caso di minori non accompagnati.

Capirai bene che quelle che ti ho elencato sono soltanto alcune delle ragioni che potrebbero impedire il respingimento alla frontiera di un cittadino straniero.

Se vuoi approfondire maggiormente l’argomento ti invito comunque a leggere questo articolo in cui ti spiego come gli avvocati del nostro studio legale internazionale Avvocato Penalista H24 sono riusciti ad impedire il rimpatrio di due donne straniere fermate ingiustamente alla frontiera in Italia.

Perché rivolgersi ad un esperto avvocato respingimento frontiera in Italia?

Come avrai potuto comprendere, la disciplina del diritto dell’immigrazione in Italia è una materia particolarmente complessa, delicata e soggetta a continue modificazioni, ragioni queste per le quali sono richieste particolari e specifiche competenze professionali che non tutti gli avvocati posseggono.

Allo stesso tempo, il tema del respingimento alla frontiera in Italia, a causa soprattutto dei tempi limitatissimi che lo caratterizzano, richiede la risposta immediata di un avvocato che sia già preparato sull’argomento e sempre disponibile 24 ore al giorno e sette giorni su sette.

È inoltre sempre opportuno che l’avvocato possa comunicare immediatamente con il cittadino straniero in una lingua allo stesso conosciuta, ed è proprio per questa ragione che tutti i professionisti dello studio legale internazionale Avvocato Penalista H24 parlano perfettamente la lingua Italiana, Francese, Inglese e Spagnola, così da poter comunicare liberamente con i propri assistiti e consigliare agli stessi la strategia maggiormente opportuna per poter ottenere quanto richiesto ed evitare il respingimento alla frontiera.

È sempre consigliabile, inoltre, affidarsi ad un avvocato esperto in casi di respingimento alla frontiera in Italia, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del rispetto dei propri diritti, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Il metodo di Avvocato Penalista H24

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. 

Avere dei problemi in materia di respingimento alla frontiera e non riuscire a comprendere come risolverli è sicuramente frustrante e pertanto va affrontato con l’aiuto di un professionista che possa indirizzarti al meglio sin dal primo momento.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

-- informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

-- massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

-- formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti.

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto nel respingimento alla frontiera

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24.

In materia di immigrazione possono interessarti anche questi ulteriori argomenti:

Immigrazione in Italia – come entrare e restarci legalmente

Cittadinanza Italiana Immigrazione in Italia – come entrarci e restare legalmente

Come potrai comprendere abbiamo maturato una grande esperienza nel settore dell’immigrazione e la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, ci porta a raggiungere il risultato sperato.

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali.

Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento presso la sede più vicina.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments