Sequestro Truffe online: recuperati 300 milioni di dollari dall’Interpol

Sequestro Truffe online: recuperati 300 milioni di dollari dall’Interpol

In questo articolo voglio spiegarti in che modo l’Interpol, ovvero la principale organizzazione di polizia internazionale presente a livello mondiale, sia riuscita a disporre il sequestro truffe online per oltre 300 milioni di dollari, proventi di attività illecite derivanti da attività illecite poste in essere online, e come siano stati disposti gli arresti di più di 3.500 persone a livello internazionale coinvolte in dette attività.

Così come saprai bene, il fenomeno delle truffe online ai danni di ignari risparmiatori sta avendo, nel corso degli anni, una diffusione sempre più vasta a livello mondiale, essendo moltissime le persone che si vedono sottrarre i risparmi di una vita credendo di effettuare investimenti sicuri nel mondo del trading online, ovvero nell’acquisto delle criptovalute, non rendendosi conto di essere semplicemente caduti vittime dei raggiri di spietate organizzazioni criminali che non hanno altro interesse se non quello di appropriarsi dei loro soldi.

Ebbene, quello delle truffe online è un tema che abbiamo già trattato in molti dei nostri in cui spieghiamo cosa fare in caso di truffa, come fare a riconoscere una truffa online, quali sono le investigazioni che possono essere fatte in caso di truffa online, perché è preferibile farsi assistere da un avvocato per fare una denuncia tramite ed anche cosa fare in caso di richiesta di archiviazione del PM dopo aver formalizzato un atto di denuncia/querela in caso di truffa.

Inoltre, in tantissimi ulteriori articoli riportati sulla pagina web di Avvocato Penalista H24 abbiamo spiegato le specifiche modalità di alcune truffe online molto diffuse in Italia come, ad esempio, quella della fantomatica società di trading online Blockchair.com, quella di Invest Atlas, quella di Uefa Football e molte, molte altre, al fine di metterti alla guardia da eventuali truffe ed evitare di mettere i tuoi risparmi nelle mani di spietati truffatori che, come ti dicevo prima, non hanno altro interesse che appropriarsi dei tuoi soldi.

In questo articolo, invece, voglio spiegarti una recente attività di indagine condotta in ambito internazionale dall’Interpol la quale, in soli sei mesi (tra luglio e dicembre 2023), in cooperazione con le forze di Polizia nazionali di numerosissimi stati, è riuscita ad effettuare oltre 3.500 arresti per casi di truffe online in ambito internazionale, sradicando delle potentissime organizzazioni criminali in ambito internazionale che avevano sottratto ingenti capitali ad ignari risparmiatori, procedendo inoltre al sequestro truffe online in beni materiali ed in criptovaluta per un importo complessivo di circa 273 milioni di euro.

Le operazioni dell’Interpol finalizzate a sconfiggere il crimine organizzato nell’ambito delle truffe online

Così come ti dicevo in precedenza, la creazione di tecnologie informatiche sempre più avanzate ha permesso alle spietate organizzazioni criminali di insediarsi in alcuni mercati, quali ad esempio quelli del finto trading online, attraverso il quale sono riuscite a deprivare tantissime persone dei propri risparmi, frutto di estremi sacrifici, andando in tal modo a finanziare sempre più dei mercati illegali.

Pertanto, il verificarsi di detta condizione ha reso assolutamente necessario l’interessamento dell’Interpol su detto delicatissimo tema, e questo con lo specifico fine di coordinare a livello internazionale delle operazioni di polizia le quali, nel corso degli anni, hanno portato ad ottenere un numero sempre maggiore di arresti, con conseguente emissione di provvedimenti di sequestro truffa online per capitali sempre più consistenti.

Infatti, devi sapere che, nella maggior parte dei casi, le truffe del finto trading online vengono commesse dall’estero e che i soldi, una volta trasferiti dal tuo conto corrente a quello che ti viene indicato dai finti broker, finanche per il tramite di pagamenti effettuati in criptovalute, possono essere spostati con estrema facilità da uno stato all’altro, creando in questo caso dei notevoli problemi di giurisdizione e di competenza in relazione all’emissione di provvedimenti di sequestro.

Il verificarsi di dette condizioni ha reso quindi necessario che per combattere detto tipo di reati le forze di polizia inazionali possano lavorare in sinergia con quelle di altri stati, per il tramite del coordinamento di Interpol, e questo allo scopo di procedere alla individuazione dei responsabili di questi reati posti in essere attraverso le tecnologie digitali, nonché, ed è questo sicuramente l’aspetto più interessante, al recupero dei capitali illecitamente sottratti agli ignari risparmiatori.

Ebbene, devi sapere che il tema del rintraccio dei fondi illecitamente sottratti e del sequestro truffe online riveste un significato centrale nell’attività di Interpol, avendo il principale organo di polizia internazionale ben compreso che nella lotta al cyber crimine è necessario il coordinamento delle attività di polizia a livello internazionale, e questo proprio al fine di semplificare al massimo l’attività delle forze dell’ordine le quali, chiaramente, potrebbero trovarsi ad essere impreparate di fronte a tale (rilevantissimo) tema.

L’operazione Haechi IV, come sono stati disposti oltre 3.500 arresti e disposto il sequestro truffe online per circa 273 milioni di euro

Devi innanzitutto sapere che l’operazione di polizia internazionale dell’Interpol denominata Haechi IV ha fatto seguito a numerose altre operazioni di polizia tra cui, non ultima, l’operazione Haechi III di cui ti abbiamo già parlato in questo articolo, in cui è stata data una concreta risposta al fenomeno della lotta contro le truffe online, avendo disposto l’Interpol oltre 1.000 arresti per truffe online condotte in ambito internazionale grazie alla cooperazione di ben 30 diversi stati.

Nella nuova operazione di polizia Haechi IV, hanno partecipato ben 34 stati, ovvero: Argentina, Australia, Brunei, Cambogia, Isole Cayman, Ghana, Hong Kong (Cina), India, Indonesia, Irlanda, Giappone, Kirghizistan, Laos, Liechtenstein, Malesia, Maldive, Mauritius, Nigeria, Pakistan, Filippine, Polonia, Corea, Romania, Seychelles, Singapore, Slovenia, Sudafrica, Spagna, Svezia, Thailandia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti, Vietnam.

Così come potrai vedere dal titolo della notizia presente sulla pagina web dell’Interpol, le forze di Polizia di detti stati, grazie al coordinamento di Interpol in ambito internazionale, sono riuscite a disporre sequestri, anche di criptovalute, per importi superiori ai 300.000.000 di dollari, sottraendo alle spietate organizzazioni criminali delle fondamentali risorse per proseguire nelle loro attività illecite.

Sito web Interpol

Questa è la notizia inerente le operazioni condotte nell’ambito dell’operazione Haechi IV, che puoi trovare sulla pagina web dell’Interpol.

Notizia inerente le operazioni condotte nell’ambito dell’operazione Haechi IV

Così come sostenuto dallo stesso presidente di Interpol, al momento della chiusura delle operazioni, “Ci deve essere un importante cambiamento di mentalità e cultura per concentrarsi sul recupero dei beni come priorità delle forze dell’ordine nazionali. Questo richiede tempo, ma è essenziale che i paesi inizino ora. Il recupero dei beni non è un aspetto secondario o accessorio delle indagini e dell’azione penale. Dovrebbe essere una strategia chiave di prevenzione della criminalità per rimuovere l’incentivo primario per la criminalità finanziaria: il denaro”.

Le considerazioni del presidente di Interpol, da questo punto di vista, sono estremamente interessanti dal momento che fa comprendere come, in ambito internazionale, il recupero delle somme illecitamente sottratte venga considerata una priorità, trattandosi di un’attività che non soltanto va a sottrarre del denaro al crimine organizzato ma, al contempo, permette alla persona offesa dal reato di non patire conseguenze a causa delle condotte illecite denunciate.

Basti pensare che, nell’ambito di questa operazione di polizia sono stati sequestrati o “congelati” ben 81.122 conti correnti bancari giudicati come sospetti, per un totale di 199 milioni di dollari, ed altri 111 milioni di dollari sono stati sequestrati in criptovaluta.

Quali sono i presupposti che hanno portato al sequestro truffe online da parte dell’interpol ?

La cooperazione di polizia in ambito internazionale è stato il principale presupposto che ha permesso di raggiungere un risultato investigativo così importante, avendo inoltre l’Interpol utilizzato per la prima volta il Global Rapid Intervention of Payments (I-GRIP), ovverosia un meccanismo di stop-payment che aiuta i paesi membri di Interpol a lavorare insieme per bloccare i proventi criminali e congelare i conti correnti bancari e virtuali.

Il Global Rapid Intervention of Payments (I-GRIP) dell’INTERPOL, nello specifico, funge da meccanismo internazionale di arresto rapido del pagamento, strumento questo che ha permesso ai paesi di tutto il mondo di intercettare più di 200 milioni di dollari proventi da attività illecite, con una parte enorme di quella cifra proveniente dal sequestro di risorse digitali come criptovalute e token non fungibili (NFT).

Attraverso questo strumento, quindi, è possibile disporre il sequestro o il congelamento all’estero di conti correnti o di portafogli di criptovaluta senza tuttavia ricorrere allo strumento delle rogatorie internazionali che, chiaramente, si dimostra essere uno strumento del tutto inadeguato rispetto alla velocità dei pagamenti digitali.

E’ possibile quindi recuperare i soldi dopo aver subito una truffa online?

L’instaurazione di procedimenti di polizia internazionale così complessi dimostra la volontà dei governi di combattere in maniera molto seria il cybercrime, essendo del tutto evidente che costituisca un elemento di fondamentale importanza per riuscire a raggiungere questi risultati investigativi la cooperazione dei governi e delle forze di polizia in ambito internazionale.


Appare evidente come il Global Rapid Intervention of Payments (I-GRIP) costituisca un elemento di fondamentale importanza per ottenere il sequestro truffe online, attività questa che, sulla base delle parole dello stesso presidente dell’Interpol, dovrebbe costituire il principale obiettivo delle forze dell’ordine che si approcciano ad un caso di truffa online.

Sta di fatto che, quello che ti ho menzionato in precedenza, non è stato sicuramente  l’unico caso di arresti in ambito internazionale e che, finanche in Italia, ci sono stati diversi episodi in cui le forze dell’ordine sono riuscite -attraverso sequestri di centinaia di migliaia di euro- a recuperare i soldi che ignari piccoli risparmiatori pensavano di aver investito ed invece erano caduti nel tranello ordito nei loro confronti da spietati truffatori.

Leggi l’articolo su come è possibile recuperare i soldi da una truffa in crypto valuta e bitcoin.  

Qual è la nostra esperienza nei casi di truffa online ?

Abbiamo affrontato diversi casi di truffa on line, anche nell’ambito Criptovalute, e ti consigliamo sempre di fare massima attenzione: prima di fare qualsiasi passo, soprattutto quando decidi di effettuare degli investimenti importanti ed affidare i tuoi sudati risparmi a qualcuno, è molto importante che tu possa richiedere prima una consulenza ad esperti della materia in quanto una consulenza on line h24 preventiva può salvare il portafogli e tutti i tuoi risparmi !!!

Ti lascio altri articoli sul nostro sito su questo argomento affinché tu possa trovare informazioni utili:

Abbiamo anche trattato sul nostro canale YouTube questi argomenti. Guarda i nostri video:

Truffa on line e Trading online. Come recuperare i soldi. Crypto Bitcoin – YouTube

Se vuoi, invece, una consulenza specializzata con un nostro avvocato crypto per una truffa on line, non esitare a contattarci saremo subito a tua completa disposizione.

Il metodo di lavoro di Avvocato Penalista H24. Perché scegliere il nostro studio legale ?

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. Essere vittima di una truffa online è una sciagura che, molto spesso, coinvolge tutta la famiglia e che ha delle conseguenze negative sull’intera economia della famiglia.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

1. informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

2. massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

3. formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti. 

Vuoi sapere nello specifico cosa dicono?

Cosa dicono di noi i nostri assistiti ?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad Esperto Avvocato sequestro truffe online

🚨 Avvocato Penalista H24 | Studio Legale di Diritto Internazionale | Milano Roma Napoli ⚖️

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

  1. Come svolgiamo il nostro servizio di consulenza online?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale ?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24. 

Come potrai leggere la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, a raggiungere il risultato sperato. 

Vuoi parlare di persona con un nostro avvocato?

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane, ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati ! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento on line o nella nostra sede più vicina.

0 0 votes
Punteggio Articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments