09-01-2022

Principio di Specialità ed Estradizione dal Canada: caso risolto al nostro assistito

In questo articolo ti spiego cosa è il principio di specialità e come abbiamo evitato l’estradizione verso il Canada di un nostro assistito.

Argomenti:

Principio di Specialità ed Estradizione dal Canada: caso risolto al nostro assistito

In questo articolo voglio spiegarti in che cosa consiste il principio di specialità in tema di estradizione e come – applicando tale principio – abbiamo risolto il caso di un nostro assistito nei confronti del quale era stata richiesta l’estradizione verso il Canada.

Grazie al grande lavoro dei nostri professionisti specializzati in tema di estradizione, la Corte di Appello di Milano ha negato l’estradizione con grandissima soddisfazione del nostro assistito il quale ha evitato l’estradizione in Canada e di abbandonare la sua famiglia. 

Vuoi sapere come abbiamo evitato l’estradizione verso il Canada? Leggi il nostro articolo mentre se anche tu sei sottoposto ad una procedura per l’estradizione non esitare a contattare il nostro studio legale specializzato proprio nelle procedure di estradizione.

Linea h24 per le urgenze cell. +39 338 85 15 424.

L’antefatto

Un soggetto di nazionalità tedesca, residente in territorio francese viene condotto in Italia in quanto raggiunto da Mandato d’Arresto Europeo per fatti commessi sul territorio nazionale.

L’imputato, condotto in territorio italiano, veniva, altresì, raggiunto da una richiesta di estradizione emessa dal Governo canadese, e portata avanti dal Ministro della Giustizia italiana, il quale trasmetteva gli atti alla Procura Generale.

In altri termini, dal territorio francese, ove risiedeva, l’imputato veniva condotto – previo suo assenso – nel territorio italiano per essere sottoposto a procedimento per fatti qui occorsi e, altresì, veniva raggiunto da domanda di estradizione emessa dal Canada per fatti di reato asseritamente avvenuti in tale luogo, prima di essere condotto in Italia.

L’imputato, tuttavia, dalla Francia prestava il suo assenso ad essere condotto in Italia, ed qui processato, unicamente per i fatti di cui al Mandato d’Arresto Europeo occorsi nel territorio nazionale italiano.

Si opponeva, quindi, all’estradizione presso il territorio canadese proprio in virtù del ‘principio di specialità’.

Ma nello specifico, che cosa è il ‘principio di specialità’?

Il principio di specialità dell’estradizione

In tema di estradizioni, al quale con opportuni adattamenti tecnici, per la vicenda che ci occorre, è sovrapponibile il Mandato d’Arresto Europeo, vige un fondamentale principio posto a tutela dell’estradando, che va sotto il nome di ‘principio di specialità’.

In ragione di questo principio, consacrato nell’art. 721 c.p.p., la persona estradata non può vedere limitata la propria libertà personale per fatti anteriori e diversi da quelli per i quali è stata disposta l’estradizione.

Ti riporto qui il testo dell’art. 721 cod. proc. pen.:

1. La persona estradata non può essere sottoposta a restrizione della libertà personale in esecuzione di una pena o di una misura di sicurezza detentiva, né assoggettata ad altra misura restrittiva della libertà personale per un fatto anteriore alla consegna diverso da quello per il quale l’estradizione è stata concessa.

2. Quando le convenzioni internazionali o le condizioni poste prevedono che un fatto anteriore alla consegna non possa essere giudicato, il giudice dispone con ordinanza la sospensione del processo se l’azione penale è stata esercitata, sempre che non debba essere pronunciata sentenza di proscioglimento o di non luogo a procedere.

3. Avverso l’ordinanza di cui al comma 2 possono ricorrere per cassazione il pubblico ministero, l’imputato e il suo difensore. Il ricorso non ha effetto sospensivo.

4. La sospensione del processo non impedisce il compimento degli atti urgenti, l’assunzione delle prove non rinviabili, nonché di quelle che possono determinare il proscioglimento per fatti anteriori alla consegna.

5. Il principio di specialità non opera quando:

  1. a) lo Stato estero ha consentito all’estensione;
  2. b) l’estradato ha espresso il proprio consenso con le modalità indicate nell’articolo 717, commi 2 e 2-bis;
  3. c) l’estradato, avendone avuta la possibilità, non ha lasciato il territorio dello Stato trascorsi quarantacinque giorni dalla sua definitiva liberazione oppure se, dopo averlo lasciato, vi ha fatto volontariamente ritorno.

In altri termini, l’art. 721 c.p.p. pone quattro condizioni essenziali alla base del principio di specialità:

  1. l’esistenza di un provvedimento di estradizione;
  2. l’esistenza di un provvedimento limitativo della propria libertà personale;
  3. che il provvedimento di cui al punto 2 sia emesso per fatti precedenti a quelli per i quali è stata disposta l’estradizione;
  4. che il provvedimento di cui al punto 2 sia emesso per fatti diversi da quelli per i quali è stata disposta l’estradizione.

Tale principio di specialità, poi, è ribadito dall’art. 28 della decisione quadro n. 2002/284/GAI che dispone, a livello comunitario che si può derogare al principio di specialità, solo previo assenso dello Stato membro che ha disposto la consegna dell’interessato.

A completamento di quanto disposto dall’art. 28 sopra citato, infine, l’art. 25 della legge n. 69 del 2005 (emanata per dare attuazione alla decisione sopra richiamata) stabilisce che l’assenso alla deroga al principio di specialità debba essere espresso dalla Corte d’Appello che ha disposto l’esecuzione del Mandato d’Arresto Europeo.

Nel caso di specie, in sostanza, la Corte d’Appello di Parigi.

Chiarito il punto relativo a cosa sia nello specifico il ‘principio di specialità’, adesso posso dirti come abbiamo fatto ad evitare che il nostro assistito fosse trasferito in Canada in virtù della richiesta estradizionale da parte di quel paese.

Sentenza pronunciata dalla corte d'Appello di Milano

L’intervento dello Studio Avvocato Penalista H24

L’imputato si rivolgeva, dunque, al nostro Studio Legale al fine di evitare la propria estradizione presso il territorio canadese.

Infatti, non era stato manifestato l’assenso delle Autorità francesi all’estradizione dell’interessato in Canada, ancorché le Autorità francesi fossero al corrente dei provvedimenti emessi dallo stato in questione.

In effetti, lo Stato francese eseguiva unicamente Mandato d’Arresto Europeo nei confronti del nostro Assistito per i fatti avvenuti in Italia, dove in effetti veniva condotto.

Il nostro Studio Legale, analizzata la vicenda si opponeva fermamente alla richiesta di estradizione emessa dal Canada e portata avanti dal Ministero italiano.

Nel corso dell’udienza innanzi alla Corte d’Appello di Milano, in particolare, i professionisti dello Studio Legale di Avvocato Penalista H24 si battevano fermamente e a gran voce per il rispetto del principio di specialità, al quale né il proprio Assistito, né, tantomeno, la Corte d’Appello di Parigi, avevano manifestato l’assenso alla deroga.

La decisione della Corte d’Appello di Milano

I Giudici milanesi, tuttavia, malgrado il principio di specialità, accoglievano l’istanza di estradizione emessa dal Canada.

Ritenevano, infatti, che lo Stato francese fosse pienamente al corrente del fatto che le Autorità canadesi avessero chiesto l’estradizione dell’interessato.

In altri termini, i Giudici della Corte d’Appello ritenevano sussistente il consenso, ancorché implicito, espresso dalle Autorità francesi, alla deroga al principio di specialità, il che comportava, quindi, l’estradizione del nostro Assistito presso il territorio canadese.

A nostro parere, la decisione dei Giudici di Milano non era corretta e per tale motivazione andava fatto ricorso per cassazione proprio al fine di ottenere l’annullamento della sentenza.

Il ricorso per Cassazione e il giudizio di rinvio

I Professionisti del nostro Studio Legale ricorrevano per cassazione, deducendo la violazione dei principi incardinati nell’art. 721 c.p.p., nell’art. 28 della decisione quadro n. 2002/284/GAI e nell’art. 25 della legge n. 69 del 2005 che vi dava attuazione.

Tutti principi normativi che, come sopra indicato, indicano i requisiti per la rinuncia al principio di specialità.

In particolare, gli avvocati dello Studio Legale rilevavano che tali principi non erano stati rispettati, atteso che non vi era prova di un esplicito assenso alla rinuncia del principio di specialità: il fatto che le Autorità francesi fossero al corrente della richiesta di estradizione emessa dalle Autorità canadesi non comportava necessariamente un assenso che potesse consentire l’estradizione.

Ed anzi, rilevavano i Professionisti del nostro Studio Legale, il fatto che la Francia avesse inteso dare esecuzione unicamente al Mandato d’Arresto Europeo emesso dall’Italia, e che avesse ivi disposto l’accompagnamento dell’interessato, era invece chiaro indice di un dissenso avverso la richiesta di estradizione formulata dal Canada.

Inoltre, e in conclusione, si rilevava che il mancato assenso alla rinuncia del principio di specialità, se era implicito da parte delle Autorità francesi, era invece esplicito da parte del nostro Assistito, il quale, più volte interrogato, ribadiva costantemente di non voler andare in Canada.

La Suprema Corte di Cassazione accoglieva le doglianze della Difesa e disponeva un nuovo giudizio, a seguito del quale, altra sezione della Corte d’Appello di Milano dichiarava il non luogo a provvedere in ordine alla richiesta di estradizione avanzata dalle Autorità canadesi.

Grazie all’operato di Avvocato Penalista H24, il nostro assistito non è stato consegnato in Canada e l’estradizione è stata negata in virtù del principio di specialità; la sua soddisfazione è stata immensa in quanto grazie al nostro aiuto non ha dovuto abbandonare la sua famiglia.

Perché rivolgersi ad un avvocato esperto in procedure di estradizione verso il Canada?

Come avrai potuto comprendere, quella trattata è una materia complessa e delicata, che richiede particolari e specifiche competenze professionali che non tutti gli avvocati posseggono.

È sempre consigliabile, dunque, affidarsi ad un Avvocato competente in procedure di estradizione verso il Canada, che conosca bene la materia giuridica trattata di modo che, sin da subito, vi sia la massima garanzia del diritto di difesa, disponendo la strategia difensiva più opportuna al caso specifico.

Abbiamo già affrontato e risolto diversi processi con riferimento a questa materia.

Leggi altri nostri articoli su questo tema e capirai che siamo specializzati in procedimenti per estradizione:

Mettiti subito in contatto con uno dei nostri avvocati il quale ti spiegherà il nostro metodo di lavoro che spesso ci porta ad avere grandi risultati con analogo grado di soddisfazione dei nostri assistiti.

Perché gli assistiti del nostro studio legale sono soddisfatti? Perché molti clienti hanno tanta riconoscenza nei nostri riguardi?

Il metodo di Avvocato Penalista H24. Perché scegliere il nostro studio legale?

La nostra priorità è porre l’assistito al centro del nostro operato, assumerci le sue preoccupazioni ed i suoi timori. Essere sottoposti ad un procedimento penale è una sciagura che coinvolge tutta la famiglia.

Nel corso degli anni abbiamo ben compreso questa circostanza ed è dunque fondamentale sin da subito instaurare un rapporto di fiducia con l’assistito che si sostanzia in:    

-- informazione costante sulla nostra attività professionale svolta nel Tuo esclusivo interesse. Sarai aggiornato passo passo di cosa stiamo facendo e di cosa accadrà. Ti spiegheremo le cose in modo che tu possa capire il difficile linguaggio della legge;

-- massima disponibilità e reperibilità: il nostro studio si chiama Avvocato Penalista H24 perché siamo sempre operativi 7 giorni su 7 24 ore al giorno. Siamo sempre al tuo fianco e potrai sempre contare su di noi. Tutti i giorni a qualsiasi ora del giorno e della notte.

-- formulazione di un preventivo immediato senza sorprese future. Ogni scelta difensiva sarà preventivamente concordata con Te, non avrai brutte sorprese e non dovrai sostenere costi imprevisti. Sin dal principio saprai quali sono i costi che dovrai sostenere.

Il rispetto di queste semplici regole e la nostra preparazione ci ha portati nel corso degli anni a regalare tante soddisfazioni ai nostri clienti. 

Vuoi sapere nello specifico cosa dicono?

Cosa dicono di noi i nostri assistiti?

Leggi le nostre recensioni su Google e scopri cosa dicono gli utenti del nostro studio legale e della nostra attività professionale.

Affidati ad un Avvocato esperto in procedure di estradizione verso il Canada

Clicca qui per scoprire il Nostro Team di Avvocati Penalisti

Come svolgiamo il servizio di consulenza online?

Clicca qui per saperlo. Ti descrivo in maniera dettagliata come svolgiamo il servizio di consulenza online H24.

Quali sono i casi trattati e risolti dal nostro studio legale?

Leggi qui i casi trattati e risolti dal Team dello Studio legale Avvocato Penalista H24.

Come potrai leggere la nostra massima dedizione, l’impegno professionale profuso porta, il più delle volte, a raggiungere il risultato sperato. 

Vuoi parlare di persona con un nostro avvocato?

Dove ha luogo l’operato di Avvocato Penalista H24? 

Il nostro operato ha luogo nelle maggiori città Italiane ove vi sono le nostre sedi legali. Garantiamo la Nostra Attività Legale in Europa ma anche nelle più grandi città del Mondo. Clicca qui per verificare dove si trovano le nostre sedi.

Abbiamo maturato contatti e sedi legali in tutto il mondo tramite il nostro team di avvocati ! 

Scrivici e facci sapere da dove ci contatti, concorderemo un appuntamento on line o nella nostra sede più vicina.

Chatta subito con noi
WhatsApp Facebook Messenger
oppure compila il form qui di seguito:

    RICHIEDI UNA CONSULENZA

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    0 0 votes
    Punteggio Articolo
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments